Rassegna Stampa

Da Szczesny a Iago Falque, spazio a tutti i volti nuovi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-08-2015 - Ore 07:23

|
Da Szczesny a Iago Falque, spazio a tutti i volti nuovi

IL MESSAGGERO - Non solo Dzeko, stasera al centro delle attenzioni dei tifosi della Roma. Come non pensare, ad esempio, che ci sia grande curiosità anche per vedere, dal vivo e per la prima volta con la maglia della Roma, un giocatore come Salah? L’egiziano, per certi versi, rappresenta la sorpresa più vistosa del mercato della Roma, dato che il suo nome a fine campionato non era stato accostato al club giallorosso. Anzi, ad un certo punto sembrava che Salah, in rotta con la Fiorentina dovesse finire all’Inter. Salah è un colpo importante, e interessante, per la nuova Roma, che nella passata stagione ha avuto - specie nella parte finale - grossi problemi a segnare. Con Dzeko e Salah, il mal di gol non dovrebbe più essere così grave. Anche perché a Trigoria è arrivato, ed è stato il primo a farlo, pure lo spagnolo Iago Falque, autore nel passato campionato di 13 reti con la maglia del Genoa. Iago, in grado di giocare da esterno e da seconda punta, non ha scatenato l’euforia della gente, ma ciò che realmente conta sarà quanto riuscirà a fare a partire dal prossimo sabato. Il giocatore piace molto a Garcia per la sua duttilità, e anche per l’interpretazione tattica che sa dare alla sua prestazione. Potrebbe rivelarsi molto più utile di quanto si ipotizza ora, dato che raramente il suo nome figura nelle probabili formazioni per il prossimo campionato: se solo riuscisse a bissare i gol della passata stagione, per la Roma sarebbe un acquiosto da 10 e lode. Non sarà facile, però.
PORTA SCORREVOLEC’è Szczesny, poi. Il portiere polacco è arrivato a Trigoria a sorpresa, dopo che per settimane erano stati fatti tutt’altri nomi per il ruolo di partner di de Sanctis. Szczesny è giovane, ha buona tecnica e personalità: tutto questo lo porta ad essere considerato allo stesso piano di Morgan. E non è detto che non sia un gradino più in alto. Di certo, la Roma aveva bisogno di due portieri veri, e adesso Garcia potrà sbizzarrirsi nel mandare in campo chi sarà più in forma sapendo che entrambe le scelte sono affidabili. Il fatto che il polacco sia arrivato alla Roma soltanto in prestito non deve trarre in inganno: a Trigoria viene giustamente considerato alla pari di chi ha un contratto e prospettive a più lunga scadenza. La cosa realmente importante è che si tratta di un portiere affidabile.
LO STAFFNovità non solo nella rosa di Garcia, stasera. Gerson ci sarà, ma sarà giallorosso a tutti gli effetti soltanto tra qualche. Volti nuovi anche nello staff del francese, a cominciare da quelli di Darcy Norman, il preparatore atletico portato a Roma direttamente dal presidente James Pallotta, alla pari del collega Ed Lippie. A proposito: Pallotta non sarà all’Olimpico, stasera. A rappresentarlo gli uomini del suo management, compreso Manolo Zubiria, il nuovo team manager.
La squadra giallorossa si è allenata ieri mattina a Trigoria: nessun problema per De Rossi che era stato costretto ad abbandonare la partita di Valencia. In gruppo c’erano anche Destro e Yanga Mbiwa, che oggi dovrebbe essere a Lione per le visite mediche. I tifosi non avranno modo di festeggiarlo per il gol al derby.

Fonte: IL MESSAGGERO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom