Rassegna Stampa

Dall'errore di Napoli all'esclusione d'ufficio: Ljajic, l'addio è sempre più inevitabile

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-03-2014 - Ore 08:12

|
Dall'errore di Napoli all'esclusione d'ufficio: Ljajic, l'addio è sempre più inevitabile

Ancora fuori Ljajic. Anche quando Totti non è titolare. Il serbo nemmeno è sceso in campo per il riscaldamento, restando negli spogliatoi a riflettere sull’ennesima esclusione. Cambia il tridente, ma per Adem non c’è proprio spazio. Oggi e forse anche in futuro: sempre più probabile la cessione a fine campionato. L’ultima sua gara dall’inizio è ormai lontana: il 1˚marzo, con l’Inter all’Olimpico, con sostituzione dopo 54 minuti.

Probabilmente per Garcia pesa ancora quel mancato rientro, a coprire l’avanzata di Ghoulam, nell’azione che è costata alla Roma la sconfitta contro il Napoli al San Paolo, 1 a 0 con gol di Callejon proprio sul cross del terzino francese, lo scorso 9 marzo. Quella sera Ljajic entrò sullo 0 a 0, alla mezz’ora, al posto di Florenzi. Dopo quella gara ha giocato solo una ventina di minuti con il Torino. Tanti panchinari sono adesso davanti a lui: oltre a Taddei, pure Bastos. Che ieri ha segnato il suo primo gol, ottavo di un giocatore entrato in corsa. Adem di gol ne ha realizzati 5, l’ultimo al Bentegodi con il Verona, il 26 gennaio.

Fonte: Il Messaggero - Trani

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom