Rassegna Stampa

D’Angelo (Questore di Roma): “L’obiettivo è il derby in notturna. Ciro Esposito? Situazione imprevedibile”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-11-2014 - Ore 09:34

|
D’Angelo (Questore di Roma): “L’obiettivo è il derby in notturna. Ciro Esposito? Situazione imprevedibile”

Il nuovo questore Nicolò D’Angelo parla al Corriere dello Sport, ecco uno stralcio delle sue parole:

Su Ciro Esposito e la gestione di Roma-Bayern: 

“Quello che ha portato alla morte di Ciro Esposito va inquadrato come un episodio di pura follia incontrollabile, in cui uno esce con una pistola e spara nel prepartita di una gara che non interessa nemmeno la squadra per cui tifa. E il fatto scatena poi una serie di comportamenti violenti in cui predomina la logica del branco. Quella situazione, per come si è scatenata, era imprevedibile. Non si può fare un discorso sui singoli esiti di ogni partita. La sicurezza negli stadi è un impegno che deve coinvolgere ciascuno nella sua sfera di competenza, tifosi compresi. Quello che è di positivo è successo a Roma-Bayern, impone un plauso anche alle due tifoserie, oltre che a tutta la macchina organizzativa e quindi anche alle Forze dell’Ordine”

Il prefetto Pecoraro, dopo gli incidenti nel derby di ritorno di campionato, nel 2013, disse: “mai più di notte”. Una strada incontrovertibile? 

“Roma è cresciuta, molto è stato fatto, ma deve crescere ancora: bisogna maturare in assoluto, ovunque, non solo nella nostra città, un rapporto diverso con il calcio, normalizzarlo. E in generale con l’educazione civica. La condizione migliore per chi fa ordine pubblico è la luce solare. Poi so che ci sono esigenze di spettacolo. Ma bisogna aspettare, certi eventi di notte per ora no. L’ultima decisione spetta al Prefetto, bisogna sentire l’Osservatorio. Certo, l’obiettivo auspicabile sarà di poter riavere uno spettacolo come il derby in notturna”.

Eppure Roma Bayern si è giocata di notte… 

“E’ stato bello e il risultato pesantissimo per la Roma avrebbe potuto anche far temere sviluppi diversi. Invece nessuna tensione. Ma non ci sono modelli ripetibili dal nulla e senza l’impegno di tutti”

State già pensando a Roma-Napoli? All’andata è andata bene ma…

“L’assenza di tifoseria ospite è stata decisiva. Abbiamo tempo fino ad aprile. Roma-Napoli dovrebbe tornare ad essere una partita di calcio e basta”

Senza tifosi ospiti? 

“Vedremo a tempo debito”

Ma è giusto che le società di calcio concorrano alle spese dell’ordine pubblico nelle partite di calcio? 

“Sì, lo dico con molta serenità. Siamo in tempi di spending review”

Fonte: CORRIERE DELLO SPORT

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom