Rassegna Stampa

De Laurentiis: 100 mila euro a giocatore per il 2° posto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-04-2014 - Ore 08:08

|
De Laurentiis: 100 mila euro a giocatore per il 2° posto

La resa non ci sarà fino a quando l’aritmetica non darà certezze sulla classifica del Napoli. Non vuole che la squadra molli, Aurelio De Laurentiis.Pretende che ci dia dentro fino all’ultimo secondo valido per tentare il sorpasso sulla Roma e conquistare quel secondo posto che ritiene importante per la progettazione futura. L’aver battuto la Juventus gli ha dato maggiori indicazioni sulla forza del collettivo. E l’entusiasmante notte vissuta al San Paolo gli ha suggerito il colpo ad effetto: dopo la partita è entrato nello spogliatoio e ha promesso un premio in caso di secondo posto. Oltre alla motivazione tecnica, dunque, adesso c’è pure quella economica: se l’impresa dovesse riuscire, a ciascuno dei componenti della la rosa andranno 100 mila euro. 

 

 

Senza preliminari L’obiettivo del presidente, e di Rafa Benitez, è quello di evitare i preliminari di agosto per accedere alla fase a gironi di Champions League. Una condizione che il club ritiene necessaria per evitare un insieme di complicazioni che sorgerebbero, anche se proprio De Laurentiis ha già annunciato le date del ritiro, dal 17 al 31 luglio prossimo, quelle già programmate, senza eventuale partenza anticipata. Il problema maggiore sarebbe quello dei nazionali, che potrebbero essere disponibili dopo la prima decade di agosto, per cui arriverebbero al preliminare con appena 10 giorni di preparazione.

 

 

Higuain ci crede Nove punti da recuperare sulla Roma (ma in realtà sono 10 perchè i giallorossi sono in vantaggio negli scontri diretti) nelle restanti 7 partite, è sicuramente qualcosa più di un’impresa: ci vorrebbe un vero e proprio miracolo. Ma il Pipita guarda al futuro con ottimismo. «Se scorriamo i numeri siamo la seconda squadra con più gol. Se avessimo vinto alcune partite dove siamo stati raggiunti, avremmo molti più punti e forse non saremmo così lontani dalla Juventus. Gli errori servono per imparare e fare meglio l’anno prossimo. A prescindere da come finirà, questa è stata una buona stagione. È chiaro che i punti persi con le piccole ci lasciano amarezza», ha spiegato l’argentino intervenendo a «Piuenne». [...]

Fonte: Gasport (M. Malfitano)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom