Rassegna Stampa

De Rossi il fedelissimo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-11-2013 - Ore 08:11

|
De Rossi il fedelissimo

Una volta c’è Totti, un’altra Gervinho, poi è il momento di Florenzi o di Ljajic. Invece De Rossi c’è sempre. Si proprio Daniele con la valigia in mano, disgustato da certe insinuazioni e gossip da quattro soldi. Era appena giugno, quando Daniele partì per la Confederations Cup con una certezza in tasca: era il momento di recidere (anche se dolorosamente) il cordone ombelicale che lo legava da sempre alla Roma.  A luglio Daniele era al mare in vacanza mentre i suoi compagni sgobbavano già a Brunico. In una mano l’offerta del Manchester United, nell’altra le parole di Rudi Garcia nei suoi confronti. Daniele s’incuriosì, decise di prendere tempo. Poi è andata come è andata e la Roma si ritrova in squadra il vero De Rossi, quello che fa due ruoli in uno, centrocampista e difensore aggiunto, quello che ha inaugurato il nuovo corso con un gol più che simbolico, il primo della stagione della Roma a Livorno, proprio lui che nella passata stagione per la prima volta in carriera non era riuscito mai a segnare. 

CAMPIONE RITROVATO - Una macchina da guerra Daniele. L’unico sempre in campo e mai sostituito da Garcia al pari di De Sanctis che però è un portiere. Unico ad aver giocato tutte e undici le partite con un rendimento almeno da 7 in pagella. Preziosissimo in fase difensiva, il segreto di un reparto che ha concesso solo due gol e pochissimi altri tiri in porta degli avversari dei giallorossi. Domenica De Rossi raggiunge Giuseppe Giannini a quota 318 nelle presenze in A con la maglia della Roma. Un traguardo platonico ma comunque importante che lo proietta tra i grandi giallorossi di ogni tempo. 
 
CHIAVE TATTICA - Rudi Garcia ha dato seguito alle parole di Brunico, rimettendo De Rossi al centro del suo villaggio tattico. Daniele fa partire l’azione, sventaglia, verticalizza. Ma scende facilmente sulla linea dei centrali quando uno dei due è costretto ad andare largo su avversari che superano la diga sulle fasce. Riproponendo così un dispositivo che fin qui ha funzionato a meraviglia davanti a Morgan De Sanctis.

Fonte: CORSPORT - BOCCARDELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom