Rassegna Stampa

De Rossi perde anche la nazionale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-03-2015 - Ore 10:45

|
De Rossi perde anche la nazionale

Smarrito nella Roma, ha perso anche la nazionale. Per ora. De Rossi è l’escluso di lusso della truppa azzurra: mister 100 presenze non fa infatti parte dei 26 convocati di Antonio Conte per il match contro la Bulgaria, in programma a Sofia il 28 marzo, e per l’amichevole di prestigio con l’Inghilterra, che si terrà il 31 allo Juventus Stadium di Torino. Il ct dell’Italia è sempre stato un grande estimatore del centrocampista giallorosso, tempo fa aveva anche provato a convincerlo a vestire il bianconero, trovando un muro dall’altra parte. Non sono certo in discussione le sue qualità, ma la scelta di tenere fuori un senatore come De Rossi non può passare inosservata. Il periodo negativo della Roma e i tanti acciacchi (ha da poco superato un problema alla caviglia e il polpaccio l’ha fatto patire più volte) che hanno impedito al mediano di acquisire continuità sono fattori tenuti in considerazione dal commissario tecnico della Nazionale, deciso a provare nuove forze italiane. Il vicecapitano giallorosso era stato avvisato da Conte prima della diffusione mediatica della lista azzurra, avvenuta mentre era in ritiro a Cesena, nella sua stanza singola d’hotel. L’unico a festeggiare la convocazione nel raduno imposto da Garcia è stato Florenzi.

I colpi di scena non sono mancati, i volti nuovi sono tre: Valdifiori dell’Empoli e i due oriundi Eder (Sampdoria) e Vazquez (Palermo). L’attaccante rosanero naturalizzato ha commentato la prima chiamata in nazionale: «Farò di tutto per onorare questa maglia. Sogno di ripercorrere le orme di Camoranesi, ma lui ha vinto un Mondiale, io non sono ancora sceso in campo». Torna dopo 9 mesi di assenza, causa infortunio, lo juventinoBarzagli, che prende il posto del compagno di club Ogbonna. Fuori Pirlo, non al meglio fisicamente, ci sono altri quattro bianconeri in lista: Buffon, Bonucci, Chiellini e Marchisio. Si rivede Gabbiadini, conferme per Immobile, Pellè e Zaza davanti. Gli azzurri si ritroveranno domani entro mezzanotte a Coverciano e venerdì pomeriggio partiranno alla volta di Sofia. Dopo il match con la Bulgaria valido per le qualificazioni a Euro 2016 (stadio Vasil Levski, sabato alle 20.45), la squadra si trasferirà a Torino per l’affascinante amichevole contro l’Inghilterra.

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom