Rassegna Stampa

De Sanctis e il futuro: “Lo saprò entro Natale. Alternanza tra i pali perché non sono al top”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-11-2014 - Ore 07:51

|
De Sanctis e il futuro: “Lo saprò entro Natale. Alternanza tra i pali perché non sono al top”

E’ Morgan De Sanctis a spiegare l’inedita alternanza tra i pali con Skorupski. «Con il Verona ho riportato uno stiramento di un muscolo particolare che necessità di più tempo per recuperare, quindi con il mister abbiamo deciso di giocare solo 5 gare e a lui sta la sacrosanta scelta di decidere quali farmi giocare». Ospite al centro commerciale Euroma2, per impegni di sponsor, De Sanctis, in scadenza a giugno, non sembra avere le idee troppo chiare sul futuro. O, meglio, spera che le abbia il club giallorosso. «Vogliamo trovare una soluzione entro Natale, con la società, che possa soddisfare entrambi. Non so se continuerò a giocare, non dipende solo da me, ma decideremo con serenità e con la chiarezza di rapporti che ci contraddistingue». Intanto il portiere è concentrato su questa stagione. «Garcia si è preso la responsabilità di dire che vinceremo lo scudetto, ma noi condividiamo e ne avevamo parlato prima che lo dicesse a voi. Speriamo di raggiungere un risultato che la piazza merita».

Intanto a gennaio manca ancora un po’, ma la Roma sta già lavorando per non farsi trovare impreparata. Se in entrata il primo obiettivo sarà rinforzare la corsia sinistra con un terzino più affidabile del trio Holebas, Cole, Emanuelson (almeno uno dei tre è ai saluti), in uscita si cerca di trovare una destinazione ai baby sottoutilizzati. Su tutti, Uçan e Sanabria: appena 4 minuti il turco, nessuno l’attaccante. Entrambi vivono male l’astinenza: ieri l’ex Fenerbahçe è stato espulso durante l’amichevole dell’under 21 turca contro l’Ucraina, segno di un nervosismo figlio delle tante panchine romane. La prossima tappa potrebbe essere il Cesena, società in cui Sabatini ha parcheggiato anche il colombiano Carbonero. Con il dt dei romagnoli Foschi sono avviati i contatti per entrambi i giocatori, si discute il prestito secco fino a giugno: ma se per Sanabria non ci sono problemi, per Uçan — arrivato in prestito — serve il consenso della società di Istanbul. Per lui comunque in vantaggio l’Atalanta su esplicita richiesta di Colantuono, che ha già telefonato a Sabatini.

Dal campo, Torosidis ha riportato una contusione alla caviglia in allenamento con la Grecia. La Roma ha chiesto che sia lui sia l’acciaccato Manolas vengano risparmiati almeno per l’amichevole con la Serbia di martedì prossimo. È invece sulla via del completo recupero Astori, che sarà importante per far riposare a rotazione Yanga — Mbiwa e, appunto, Manolas.

Fonte: LA REPUBBLICA - FERRAZZA / PINCI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom