Rassegna Stampa

De Sanctis, l’ultima sfida “Riprendiamoci l’Europa”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-08-2013 - Ore 09:00

|
De Sanctis, l’ultima sfida “Riprendiamoci l’Europa”

Morgan De Sanctis è il nuovo portiere della Roma ma parla quasi da allenatore. Obiettivi, tifosi, errori del passato, ricette per il futuro, perfino il contratto di Totti. De Sanctis – giacca scura, cravatta e camicia bianca – ha tenuto la prima conferenza-stampa da giallorosso ieri sera allo stadio Olimpico, accompagnato dall’ad Zanzi. «La Roma per me è l’ennesima sfida, forse l’ultima. L’obiettivo è tornare in Europa per dare un profilo a una società così importante», ha scandito subito. «Quello che fa la differenza è il contributo di tutti, dall’attaccante al portiere. Negli anni è mancata prima la squadra e poi il portiere, ora la squadra è forte, ha valori tecnici e tattici. E Garcia mi piace molto, la cosa più positiva è proprio lui. In passato, è mancata la mentalità». Il campionato ora è ai nastri di partenza: «La Juve ha dei valori tecnici superiori, con le altre ce la giochiamo. Vedremo».

 
Quanto a Totti, «si parla del suo contratto ma lui è concentrato su quello che bisogna fare per essere grandi, e credo farà meglio che in passato», ha tenuto a specificare De Sanctis. I tifosi, certo, non hanno ancora digerito la sconfitta subìta nella finale della Coppa Italia. E, domani, la Roma incontrerà di nuovo la propria gente all’Olimpico. «Dobbiamo riportare i tifosi dalla nostra parte. Hanno bisogno di sentirsi dentro di noi», ha garantito, cercando di strizzare l’occhio alla tifoseria.

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom