Rassegna Stampa

Derby, perché solo a Roma non si può giocare di sera?

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-08-2013 - Ore 11:13

|
Derby, perché solo a Roma non si può giocare di sera?

Ci risiamo, il derby di Roma da qualche anno è diventato un problema e crea tensioni sempre eccessive. Basta pensare alla finale di Coppa Italia di maggio, che si porta dietro non pochi veleni. Ora ci sono già timori per il derby di campionato, che il calendario ha voluto già alla quarta giornata, domenica 22 settembre. La Lazio gioca in Europa League giovedì 19 agosto e se dovrà andare in trasferta, in un posto lontano, ha diritto di chiedere il posticipo a lunedì 23. Ma di lunedì non si può perché il mercoledì c'è il turno infrasettimanale.
E allora sarebbe logico giocare di domenica sera. Ma questore e prefetto non ne vogliono sapere di giocare di sera, lo hanno già fatto sapere. Si giocherebbe quindi domenica alle ore 18: ma all'uscita degli spettatori, sarebbe già notte. E allora perché non avere il coraggio di giocare di sera? Bisogna essere in grado di gestire una partita così importante e così delicata. Senza allarmismi.
Con il pugno duro contro i violenti di mestiere, se serve: ma dando alla gente sicurezza, tranquillità. E come in qualsiasi città civile, si giochi di sera.

Lega Pro: no ai giovani, calciatori minacciano la sciopero
Chissà se domenica prossima partiranno i campionati di Lega Pro: i calciatori minacciano lo sciopero perché sono contrari all'impiego dei giovani (25-26 anni in Prima divisione, 24-25 in Seconda divisione ). Fumata nera nell'incontro voluto dal presidente Giancarlo Abete, i dirigenti della Lega Pro e Damiano Tommasi, presidente dell'Aic, sindacato calciatori. Il 29 agosto l'assemblea dei presidenti dovrebbe approvare il progetto. Poi, i calciatori decideranno... Alla Lega Pro va dato il merito di essere stata l'unica sinora ad aver varato una vera riforma dei campionati: questa sarà una stagione di passaggio, dalla prossima solo tre gironi di 20 squadre ciascuno. Totale 60 club, 30 in meno di qualche anno fa. Un bel taglio (anche di posti di lavoro). Ma non si poteva andare avanti con club decotti, che non pagavano gli stipendi.

La prima moviola a Novantesimo, alle ore 19
La prima moviola della nuova (discussa) era Rai, andrà in onda alle ore 19 di domenica 15 settembre. Tocca a Novantesimo Minuto, condotto da Franco Lauro, ospitare per primo la moviola, voluta dal direttore Mauro Mazza: al ralenty, Carlo Longhi. La trasmissione, che ha avuto un buon successo lo scorso anno, non dovrebbe avere altre novità novità: forse ci sarà il turn over fra opinionisti, ma Beppe Dossena, che è bravo e di calcio ci capisce, avrà sempre un ruolo importante in Rai. Domani, intanto, prima puntata della Domenica Sportiva: la trasmissione, con Paola Ferrari conduttrice, avrà inizio alle ore 23 perché prima c'è il Gp di Formula 1.

Fonte: Repubblica.it - F. Bianchi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom