Rassegna Stampa

Destro: “Mondiali ci spero”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-05-2014 - Ore 14:09

|
Destro: “Mondiali ci spero”

Destro e Sky faccia a faccia dopo la rovente appendice di Cagliari-Roma. E’ passato un mese da quella manata ad Astori e dalla conseguente squalifica per prova Tv, ma il rapporto Roma-Sky è stato ampiamente ricucito. 

 

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, ecco un’anticipazione dell’intervista a Destro, proprio alla vigilia di Roma-Juve.

 

«Sarà una grande partita, la differenza per lo scudetto l’ha fatta qualche calo di tensione nel corso del campionato ma comunque abbiamo fatto un gran torneo. E’ un orgoglio per me giocare la Champions con la Roma».

 

Il Mondiale?

 

«Non capita tutti i giorni di partecipare a un Mondiale. E’ la massima aspirazione: giocare un Mondiale è la realizzazione. Credo di aver dimostrato tutte le mie qualità. Ho giocato anche molto meno per via dell’infortunio. Non ho sentito Prandelli, credo stia facendo le sue valutazioni in questi giorni».

 

Champions e Mondiale in estate. Finalmente prospettive di grande livello.

 

«Ci avrei messo la firma, venire completamente fuori dall’infortunio è stato difficile. Ci ho messo molto impegno e credo che i risultati si sono visti».

 

Prima però c’è questo Roma-Juve. Quanto vale?

 

«E’ sempre una grande partita, la giocheremo a casa davanti al nostro pubblico che è spettacolare. Speriamo di chiudere la stagione nel miglior modo possibile. Sarà una bella partita, abbiamo fatto un campionato incredibile e anche i bianconeri, vincendo il campionato, hanno dimostrato di essere una squadra fortissima. Due grandi squadre per un grande spettacolo».

 

La differenza tra la Roma e i bianconeri?

 

“La differenza sta in qualche calo di tensione che noi abbiamo avuto e che loro in questi frangenti sono maestri. Hanno continuato la loro grande marcia e hanno vinto il titolo”.

 

Mattia Destro e la Roma.

 

«Due anni fa ho fatto una scelta per la mia carriera nonostante mi seguissero altre squadre. Ero convinto della società e del grande pubblico. Sono contento di aver scelto Roma e spero che l’anno prossimo riuscirò a fare grandi cose».

 

La squalifica

 

«E’ passato più di un mese ma quello che dovevamo dire io e la società l’abbiamo detto e tuttora la pensiamo allo stesso modo. Adesso l’unica cosa è pensare positivamente alla partita di domani e mettercela tutta per conquistare una grande vittoria davanti ai nostri tifosi».

Fonte: sky

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom