Rassegna Stampa

Destro senza offerte, a gennaio non si muove

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-12-2014 - Ore 08:41

|
Destro senza offerte, a gennaio non si muove

Non è mai festa per chi vive di mercato. Per questo Walter Sabatini è partito ieri alla volta di Milano, impegnato in una lunga serie di incontri dedicati alle prossime finestre di mercato. Il primo appuntamento servirà a fare un punto della situazione sulla posizione di Destro. Ad aspettarlo sotto il Duomo c’è Claudio Vigorelli, l’agente dell’attaccante (e di Ashley Cole) a cui ancora una volta è stata ribadita la posizione della società giallorossa: verranno ascoltate offerte per il giocatore soltanto se verranno messi sul piatto almeno 20-25 milioni. I malumori di Mattia, mai andati sopra le righe almeno a Trigoria, dovranno lasciare spazio alla realtà dei fatti. Finora non sono mai arrivate richieste che potessero aprire il dialogo per una trattativa, ipotesi che difficilmente potrà poi avverarsi a gennaio. Il Milan chiede il prestito ma non se ne parola, la questione verrà quindi rimandata a giugno. Nel frattempo Sabatini punta gli sforzi verso la ricerca di un altro difensore centrale: Chiriches rimane al momento in cima alla lista dei preferiti. La chiusura del 2014 intanto mantiene alto il buonumore di Borriello che dopo l’allenamento si è lasciato scappare una battuta: «Vado al Real Madrid». Nei prossimi giorni la Roma parlerà con il ragazzo cercando una soluzione per un addio anticipato, preferibilmente (come richiesto dallo stesso Borriello) in Italia. Da seguire con maggiore attenzione invece la situazione di Nainggolanancora in comproprietà libera tra Roma e Cagliari. Il centrocampista è già stato avvicinato dal Liverpool, disposto ad offrirgli circa 4 milioni di euro netti a stagione, ma ha comunicato di non voler accettare alcuna ipotesi di trasferimento dalla capitale in cui si trova benissimo. Dopo che la Roma lo riscatterà, facendo lo stesso con Astori, dovrà discutere il rinnovo del ragazzo che chiede il raddoppio dello stipendio attuale da un milione e mezzo netto. A breve verrà inviato inoltre un avviso di riscatto anticipato al Boca Juniors perParedes (4.5 milioni il prezzo), che rimarrà comunque a Trigoria almeno fino a giugno. Senza Keita e Uçan (lo aspetta l’Atalanta), c’è bisogno di lui.

Fonte: IL TEMPO - A. SERAFINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom