Rassegna Stampa

Destro va a caccia della lode

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-03-2014 - Ore 10:45

|
Destro va a caccia della lode

Nove gol in 15 presenze, una rete ogni 95 minuti. E, tanto per condire il tutto, anche due assist. Niente male la stagione di Mattia Destro da quando è rientrato dall’infortunio. Numeri da bomber di razza, numeri per rispondere a chi lo critica, numeri da punta da 20 gol a stagione. Anche di più. Intanto Mattia oggi va a caccia del centro numero 10. Doppia cifra, che fa sempre un certo effetto. Soprattutto se accompagnata da una prestazione a tutto tondo.

Non solo finalizzatore, ma anche punto di riferimento per tutta la manovra d’attacco. Destro ci sarà, probabilmente al centro dell’attacco per concedere un turno di riposo, almeno in partenza, a Francesco Totti. Perché mercoledì si rigioca, c’è il recupero con il Parma e agli emiliani il capitano ha segnato gol a grappoli. Certo per lui c’è la tentazione di segnare anche al Sassuolo, ma la sensazione è che possa entrare semmai a partita in corso. E le altre due pedine dell’attacco? Una sarà come sempre Gervinho. Se sta bene, Garcia all’ivoriano non rinuncia mai.

Qualche dubbio in più dall’altra parte con Florenzi e Ljajic che si contenderanno una maglia. Giochi apparentemente fatti a centrocampo dove, con l’assenza di Strootman, sono rimasti in 3 + 1. L’uno è Rodrigo Taddei, che ha fatto benissimo, che si è meritato un’infinità di complimenti, ma che ora torna ad essere la prima alternativa ai tre titolari: De Rossi, Pjanic e Nainggolan. Con gli ultimi due che sono anche diffidati, anche se non conta per il recupero contro il Parma. Per quella partita faranno fede le sanzioni disciplinari previste nel giorno in cui si sarebbe dovuta disputare. Ed è per questo che Nainggolan non ci sarà. In caso di squalifiche, dunque, i giocatori giallorossi salterebbero la successiva trasferta di Cagliari. Oltre a Pjanic e Nainggolan, sono diffidati anche Florenzi e Destro. nessun problema imminente dunque dalla difesa. O almeno non problemi legati ai cartellini gialli.

Al centro, davanti a Morgan De Sanctis, tornerà la coppia titolare, quella che ha portato la Roma ad essere la difesa meno battuta del campionato. Scontata la squalifica, Benatia riprenderà il posto accanto a Castan, con il positivo Toloi che tornerà ad aspettare il suo turno. Qualche incertezza per Garcia sulle fasce. A sinistra mancherà ancora Balzaretti e quindi toccherà ad uno tra Dodò e Romagnoli, con quest’ultimo che sembra essere in vantaggio per un posto dal primo minuto. Il vero dubbio è sulla destra, dove Maicon è stato convocato ma rischia seriamente di non esserci. Il brasiliano, strepitoso contro il Torino, negli ultimi giorni è stato frenato dalla febbre, ha saltato anche l’ultimo allenamento e ha fatto solo palestra. Probabile, quindi, che alla fine tocchi a Torosidis. Ieri l’ultimo allenamento a Trigoria prima della partenza verso l’Emilia, dove la Roma non sarà sola. Ad attenderla ci saranno circa tremila tifosi giallorossi. Un mezzo esodo, sicuramente una trasferta dai grandi numeri. Tremila romanisti per il Sassuolo sono tanti, 2500 saranno nel settore ospiti più qualche altro centinaio sparso in tribuna. Il supporto non mancherà per centrare un’altra vittoria, per cancellare un po’ della rabbia di quel pareggio dell’andata.

Fonte: Il Romanista

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom