Rassegna Stampa

Difesa, tappare i buchi sulle fasce Kolasinac e Adriano i primi della lista

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-12-2015 - Ore 08:00

|
Difesa, tappare i buchi sulle fasce Kolasinac e Adriano i primi della lista

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - La scorsa estate, uno dei dubbi più grandi riguardo alla rosa della Roma era quello relativo agli esterni difensivi. La prima parte della stagione ha dimostrato che quei dubbi erano più che fondati, e ora Walter Sabatini proverà a correre ai ripari. Perché se non c’è alcun dubbio che l’arrivo di Digne si è rivelato più che azzeccato, è altrettanto vero che l’invulnerabile (copyright Sabatini) francese è l’unico esterno che offre garanzie, e per questo Garcia non ci ha mai rinunciato. 
Ad eccezione della gara col Sassuolo è stato sempre presente e mai sostituito in campionato (è arrivato dopo la prima giornata) e in Champions, mentre in Coppa Italia contro lo Spezia Digne è entrato in campo quando Emerson Palmieri è dovuto uscire in preda ai crampi. Il francese si è ambientato in fretta e a Roma si trova bene, ma la sua conferma è tutt’altro che scontata: il Psg ha già incassato 2,5 milioni per il prestito, ma per il riscatto ne serviranno tra i 16 e i 18. Anche per questo Sabatini proverà a gennaio a portare nella Capitale - Cole è in partenza per i Los Angeles Galaxy - un altro esterno sinistro: Kolasinac, bosniaco con passaporto tedesco, dello Schalke 04 rappresenta un’opzione, così come Adriano del Barcellona, che già la scorsa estate è stato trattato a lungo. Il brasiliano (ma con cittadinanza spagnola) ha il pregio di poter giocare anche a destra. Florenzi, infatti, è sacrificato in difesa, Maicon invece non è affidabile mentre Torosidis potrebbe essere inserito nella trattativa col Genoa per Perotti. 
L’arrivo di un esterno di ruolo, al contrario, riporterebbe con più frequenza Florenzi nel tridente, facendo risparmiare qualche milione nella caccia al sostituto di Iturbe. 
Qualunque sia la strategia, è stata concordata con Rudi Garcia, che ieri ha ritrovato la squadra dopo le vacanze. Nessun discorso particolare da parte del tecnico, anche perché all’appello mancavano Castan, Emerson Palmieri, Maicon, Salah, Gervinho e Keita, in permesso. Totti, De Sanctis, De Rossi e Nainggolan (“La Sud ci manca troppo”), invece, in serata hanno partecipato alla partita di beneficenza “Voi siete leggenda” organizzata da Vincent Candela allo stadio Olimpico: piena la Curva Sud, molti i cori contro il prefetto Franco Gabrielli, che ha diviso in due il settore con l’introduzione delle barriere. Una misura che ha dato il via ad una protesta che non sembra destinata ad esaurirsi in tempi brevi. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom