Rassegna Stampa

Doumbia porta soldi Cessione vicina: il West Ham in pole

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-11-2015 - Ore 08:01

|
Doumbia porta soldi Cessione vicina: il West Ham in pole

GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI - Torna e riparte. Con un bonifico sostanzioso in arrivo a Trigoria. C’è ancora Seydou Doumbia al centro del mercato della Roma, 10 mesi dopo un acquisto rivelatosi poi disastroso nel rendimento. Non sarà disastrosa alla fine l’operazione economica, se è vero che il club giallorosso è vicino a chiudere per la cessione a titolo definitivo dell’attaccante ivoriano, buona per rientrare dei quasi 16 milioni di euro spesi per portarlo in Italia. «Vogliamo ricavarci anche più soldi», dice il d.s. Walter Sabatini. Come? Doumbia non resterà al Cska Mosca, squadra dove è tornato in prestito fino al 4 gennaio. E non andrà neppure allo Shanghai: era questa la formazione cinese con cui la Roma aveva stretto un accordo di massima per la cessione da gennaio in poi dell’attaccante. Tutte le piste portano, adesso, in Inghilterra. Per esempio al West Ham, in cerca di un centravanti – è in uscita Andy Carroll –, squadra che già si era accostata a Doumbia già in estate. 
Altro che rimpianti Il pallino ce l’ha in mano la Roma, questa è la situazione. Perché da Mosca hanno già fatto pervenire a Trigoria la richiesta di proroga, fino al giugno 2016, del prestito di Doumbia. La Roma può opporsi. Ed è quello che ha fatto. «Il Cska non vuole pagarlo», spiega Sabatini, che ha allacciato rapporti con altri club. Il resto l’ha fatto il rendimento in campo di Doumbia. Ogni gol in Russia un’esultanza a Trigoria, altro che rimpianti: 11 reti in 17 partite tra campionato e Champions con il Cska, numeri che hanno ingolosito alcuni club della Premier League (e non solo). In vantaggio c’è il West Ham, appunto. E alla Roma sorridono. Perché i soldi in arrivo serviranno ad alleggerire un bilancio chiuso al 30 giugno scorso con una perdita netta consolidata di 41,2 milioni di euro. E magari pure a puntellare la rosa di Rudi Garcia. Ad esempio in difesa: al netto delle ovvie smentite di Sabatini, Castan ha tempo fino a Natale per convincere tutti, in primis il suo allenatore, che non serva un altro centrale per inseguire lo scudetto. 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom