Rassegna Stampa

Dybala è già ai saluti Il suo sogno bianconero sta per realizzarsi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-05-2015 - Ore 09:09

|
Dybala è già ai saluti Il suo sogno bianconero sta per realizzarsi

GAZZETTA DELLO SPORT - CARUSO - Ultimi scampoli rosanero per Paulo Dybala, prossimo bianconero. È ormai cominciato il conto alla rovescia per l’argentino che sta per coronare il sogno di indossare la maglia della Juve. Lui non hai mai reso pubbliche le sue preferenze, salvo lasciarle intendere, come in quell’intervista nella quale proprio a noi disse che «avere uno come Pirlo alle spalle è un gran bel vantaggio per un attaccante ». Per il talento di Laguna Larga si è scatenata una vera e propria asta, ma alla fine Zamparini lo accontenterà. E questo pomeriggio sarà forse l’ultima occasione che avranno i tifosi del Palermo per applaudire i numeri del virtuoso sudamericano. Perché nell’ultima gara casalinga (il 24 maggio con la Fiorentina) Dybala potrebbe cedere il posto a Belotti. O addirittura potrebbe anche succedere nella gara odierna.

IN BILICO A parte infatti la necessità di osservare più attentamente la coppia di attaccanti del prossimo anno, Belotti Vazquez, c’è anche da preservare le gambe della Joja perché in ballo ci sono decine di milioni di euro. Del resto lo stesso Zamparini nei giorni scorsi aveva dichiarato che sarebbe il caso di farlo riposare proprio per evitare di esporlo a eventuali infortuni, giusto alla vigilia della cessione. Salvo poi correggere il tiro con un comunicato pubblicato a stretto giro di posta, sul sito ufficiale del Palermo. E ieri pomeriggio parlando in conferenza stampa, Iachini ha dribblato l’argomento così: «Sappiamo cos’è uscito sui giornali, la nostra intenzione è quella di continuare il percorso di valutazione e così come abbiamo fatto con Ujkani e Jajalo, anche Belotti avrà la sua occasione, nelle prossime partite», senza ovviamente specificare quali.

ASADO Del resto va anche detto che il Palermo in questi 8 giorni sarà arbitro della salvezza, oggi contro l’Atalanta e domenica prossima a Cagliari. Pensate come ci resterebbero in Sardegna se i bergamaschi questo pomeriggio battessero i rosanero privi di Dybala. A meno che venissero usati medesimi pesi e misure, ovvero con Belotti in campo sia contro i nerazzurri di Reja che contro i rossoblù di Festa. Ma siamo nel campo delle ipotesi. La certezza è che Dybala ci terrebbe a congedarsi nel migliore dei modi dai tifosi siciliani che lo hanno trattato con amore in questi tre anni. E l’addio più gradito sarebbe sarebbe con un gol: Paolino è fermo a 13 reti da oltre un mese, l’ultima l’ha segnata su rigore alla Favorita il 4 aprile nella sconfitta contro il Milan (21). Mentre per ritrovare un gol su azione bisogna andare indietro di un altro mese e mezzo: 22 febbraio, all’Olimpico contro la Lazio, anche lì zero punti (21 per i biancazzurri). Comunque finisca la sfida del Barbera, seguirà una grigliata con i sudamericani delle due sponde. E così, dopo la rimpatriata con Iturbe e Paredes di lunedì scorso a Roma per assistere al superclasico fra Boca Juniors e River Plate, stavolta la scusa sarà uno squisito asado a casa Dybala

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - CARUSO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom