Rassegna Stampa

Dybala e poi Destro, il "selfie" del Barbera

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-01-2015 - Ore 23:25

|
Dybala e poi Destro, il

La Roma butta un tempo al Barbera e va sotto dopo due minuti grazie al decimo goal in campionato di Dybala. Destro poi la pareggia, ma ora la Juventus può scappare.

Sulla falsariga del derby, la Roma butta il primo tempo al Barbera dopo aver subito il goal di Dybala al secondo minuto di gioco. La 'Joya' segna il decimo goal in campionato, ma tutto nasce da un regalo di Astori in fase di impostazione. La squadra di Garcia soffre tantissimo il Palermo, ma poi si risveglia nella ripresa, trovando ancora una volta il pari, ma solo quello, con Destro.

NOVITA' PAREDES - Sorprende Garcia, inserendo dal primo minuto l'argentino Paredes in mezzo al campo e arretrando Florenzi terzino. A farne le spese è Maicon, che non è al meglio, così come Totti: c'è Destro nel tridente offensivo con Iturbe e Ljajic. Il Palermo recupera Dybala, ma tiene fuori il 'ribelle' Munoz. C'è Vitiello al suo posto.


DYBALA FA 10 - 
Il Palermo ha fatto la maggior parte dei suoi goal nel primo tempo e dopo appena due minuti conferma il trend. Rigoni va in pressione su Astori, il difensore della Roma va nel panico e finisce per servire Vazquez, che serve l'assist al 'gemello' Dybala per l'immediato vantaggio. Decimo goal in campionato per il 'Pibe de la pension', pienamente recuperato dall'infortunio.


BRUTTA ROMA - Garcia chiede a gran voce maggiore profondità, ma i suoi non lo sentono. Destro è troppo isolato tra i centrali rosanero, la manovra è lenta e previdibile. Il pressing asfissiante del Palermo non permette di ragionare ai portatori di palla giallorossi, che commettono tanti errori in fase di impostazione. Dybala e Vazquez fanno praticamente quello che vogliono e la Roma si trascina con fatica fino all'intervallo, sulla falsa riga del primo tempo del derby.

GANCIO DESTRO - 
Negli spogliatoi Garcia si fa sentire e la Roma ritorna in campo con tutto un altro piglio. Destro è molto più presente ed è proprio lui a segnare il goal del pari, con una zampata da pochi passi sulla sponda di Strootman. Un goal arrivato anche grazie a Garcia, che ha voluto cambiare la posizione dei suoi in area di rigore prima della punizione di Pjanic da cui è appunto scaturito il pareggio. 


Il Palermo, comprensibilmente, abbassa il pressing e concede maggiori spazi alla Roma, ma Dybala ha comunque la grande occasione per il raddoppio, negatogli soltanto da un grande De Sanctis.

NON BASTA TOTTI - Nella Roma entrano Verde - all'esordio assoluto in Serie A - e soprattutto Totti, ma questa volta il capitano non riesce a regalare un altro selfie ai tifosi giallorossi. Dybala lascia il campo per crampi e poco dopo lo segue anche Vazquez. Iachini fa capire che il pareggio gli sta più che bene e nonostante la pressione finale, la Roma non riesce a creare occasione degne di nota, raccogliendo così il terzo pareggio nelle ultime quattro partite.

IL MIGLIORE - Dybala. 
Dopo due minuti dimostra che l'infortunio muscolare è alle spalle, segnando il decimo goal della sua magnifica stagione. E' un incubo per Astori e Yanga Mbiwa per tutti i 75 minuti che rimane in campo.


IL PEGGIORE - Astori. 
Si addormenta dopo due minuti causando il goal del Palermo. Sbaglia tantissimi passaggi e non riesce a star dietro a Dybala.

Fonte: goal.com - di Marco Trombetta

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom