Rassegna Stampa

Dzeko e Jovetic gli affari inglesi di Roma e Inter

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-07-2015 - Ore 07:35

|
Dzeko e Jovetic gli affari inglesi di Roma e Inter

REPUBBLICA - CARDONE - Non è facile strappare giocatori importanti al City degli sceicchi. Mica hanno bisogno di soldi, loro. Ne sanno qualcosa Roma e Inter, che stanno cercando di portare in Italia Dzeko e Jovetic. I due club da tempo sono d’accordo con gli attaccanti, ora lavorano con la società inglese: trattativa faticosa per il bosniaco, in dirittura d’arrivo per il montenegrino, che ha ormai sorpassato Salah come prossimo rinforzo nerazzurro. Il ds giallorosso Sabatini è a Manchester per strappare il sì su Dzeko, l’ideale per completare il tridente con Iturbe e Iago Falque. E’ convinto di farcela, ma il primo incontro non è andato granché: la proposta della Roma, tra prestito e riscatto obbligatorio, è di 15 milioni più bonus per arrivare a 18, mentre la richiesta del City – che sta acquistando Sterling dal Liverpool alla modica cifra di 68 milioni - è di 25. Distanze notevoli, che Sabatini conta di ridurre nei prossimi appuntamenti per trovare un accordo intorno ai 20, bonus compresi. Punta forte, la Roma, sulla volontà del bosniaco di raggiungere il suo amico Pjanic. Nonostante la fumata nera, l’ottimismo sull’esito finale resta.

Ieri sera, poi, Sabatini si è spostato a Londra per parlare di Destro con il West Ham e di Salah con il Chelsea. Affare possibile il primo, complicatissimo il secondo. Perché la vicenda dell’egiziano diventa sempre più intricata e lo ha capito anche l’Inter: per questo lo stesso Mancini si sta orientando su Jovetic, bloccato da tempo. Ieri Salah non si è presentato, come previsto, nel ritiro della Fiorentina, decisa a non fare sconti al fantasista ribelle. Significativa la richiesta presentata al Chelsea: niente indennizzi o giocatori in prestito (vanamente offerto Romeu) come “risarcimento” per la rinuncia a Salah, con l’impegno di non cederlo a club italiani. Né Inter né Roma, insomma. Altrimenti i viola sarebbero pronti a rivolgersi alla Fifa per far squalificare l’egiziano, reo di non aver onorato il contratto con la Fiorentina. Ora si aspetta la risposta del Chelsea, con la Roma che non molla e l’Inter che invece sta virando su Jovetic. E oggi il ds Ausilio ha un appuntamento con il Wolfsburg per Perisic, l’attaccante esterno che Mancini vuole piazzare a destra nel tridente con Icardi e Jovetic. Intanto all’Expo tifosi milanisti chiedono a Berlusconi di riprendere Ibra e lui: «Se viene...». Infatti Raiola lavora per liberarlo (quasi) gratis dal Psg. Così come senza spendere un euro il Boca ha preso Tevez, che ieri ha salutato la Juve: i 6.5 milioni incassati saranno restituiti pagando il prestito biennale di Vadala e l’opzione suglialtri giovani Bentancur, Cristaldo e Cubas da esercitare entro il 2017. Non c’è guadagno economico, ma quello tecnico magari in futuro si rivelerà sorprendente, chissà.

Fonte: REPUBBLICA - CARDONE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom