Rassegna Stampa

Dzeko e Salah non bastano a Lucio: giallorossi sconfitti 4-3 dall’Al Ahly

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-05-2016 - Ore 07:58

|
Dzeko e Salah non bastano a Lucio: giallorossi sconfitti 4-3 dall’Al Ahly

MESSAGGERO - Gara ininfluente, con scarsi valori tecnico-tattici perché siamo già in clima vacanziero e perché la prossima stagione è ancora troppo lontana. In più faceva molto caldo negli Emirati. La Roma contro l’Al Ahly si è divertita, ma ha perso: 4-3. Si sono divertiti pure alcuni calciatori che come non mai avevano bisogno di giocare, vedi Strootman, vedi Castan e anche Paredes, ultimo arrivato e chissà se resterà ancora in giallorossi. Spalletti, intanto, all’argentino un’occhiata l’ha data. Un test arrivato a conclusione di una stagione di fatiche per i giallorossi, che in particolare nel primo tempo hanno mostrato la loro superiorità tecnica rispetto agli avversari. Molte, però, sono state le leggerezze difensive da parte della squadra di Spalletti. Da una di queste, un pallone ingenuamente perso al limite dell'area da Paredes, nasce il primo gol dell'Al Ahly, firmato da Antwi. Immediata la reazione della Roma, con Edin Dzeko, tra i più positivi della squadra. Il numero 9 bosnicaco, prima colpisce un palo, poi si riscatta con una bella giocata-gol su assist di Totti.

SPUNTI CONCLUSIVI Nel finale di primo tempo arriva la rete di Mohamed Salah, vero e proprio idolo da questa parti. Ma la Roma stacca la spina e subisce il gol del pari. Nella ripresa la Roma molla la presa mentre gli egiziani aumentano la pressione, riportandosi in vantaggio con Soliman. Entrano Perotti e Sadiq e i giallorossi nel finale si scuotono di nuovo. Serve a poco anche il pari firmato in extremis da Vainqueur. In pieno recupero l'Al Ahly trova con El Sheikh la rete della vittoria. Rigori evitati, la Champions Golden Cup va agli egiziani. Le vacanze possono cominciare per tutti. Ventimila gli spettatori sugli spalti dello stadio Hazza Bin Zayed, uno di questi di prestigio: Diego Armando Maradona, inquadrato ripetutamente dalle telecamere. 

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom