Rassegna Stampa

Dzeko salta Chievo e Milan Il Bournemouth copre d’oro Iturbe

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-12-2015 - Ore 08:03

|
Dzeko salta Chievo e Milan Il Bournemouth copre d’oro Iturbe

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Mister plusvalenza, ossia Walter Sabatini, ha colpito ancora. Stavolta il «colpo» in uscita è Manuel Iturbe, che se dal punto di vista sportivo è stata senza dubbio una scommessa persa, da quello economico-finanziario è almeno un pareggio, se non una vittoria. 
Il Bournemouth, società che occupa il quattordicesimo posto in Premier League, ha superato il Watford (con cui Iturbe aveva già sostenuto le visite mediche) arrivando ad offrire 24 milioni per il cartellino dell’argentino, che oggi firmerà un ricco contratto da circa 3 milioni netti a stagione (bonus compresi). L’accordo tra i club prevede 2 milioni per il prestito oneroso fino a giugno e 22 per il diritto di riscatto, che si trasformerà in obbligo al verificarsi di determinate condizioni legate al numero delle presenze e dei gol del giocatore. 
Considerando che 18 mesi fa la Roma aveva pagato Iturbe 22 milioni (più 2.5 di bonus) e che nel frattempo una parte di quella cifra è stata ammortizzata, a Trigoria possono sorridere. Almeno se si parla di conti. L’esperienza romana di Iturbe, numeri alla mano, è stata fallimentare: 5 gol (compreso però quello nel derby che ha dato ai giallorossi la qualificazione alla Champions League) in 56 presenze e la sensazione di non essersi mai tolto dalle spalle quel frigorifero (la definizione è di Sabatini) rappresentato dal costo del suo cartellino. 
Un peso che sta mal sopportando anche Edin Dzeko, che ogni giorno che passa vive sempre peggio la sua astinenza da gol e il fatto che la squadra non riesca a giocare per metterlo in condizione di segnare. Il «vaffa» all’indirizzo di Gervasoni (e il conseguente cartellino rosso) gli è costato due giornate di squalifica e lo costringerà a saltare non solo la gara del 6 gennaio contro il Chievo (in quell’occasione non ci saranno nemmeno Pjanic e Nainggolan, fermati per un turno) ma anche quella successiva contro il Milan. Tornerà alla prima del girone di ritorno, all’Olimpico contro il Verona. 
Per quella data non ci sarà Kevin Strootman, che però punta a rientrare il prima possibile per rendersi utile alla causa. «Sono passati tre mesi dall’ultima operazione - le parole dell’olandese apparse sulla sua pagina Facebook - e per ora sta andando tutto molto bene. Mi sto allenando e posso dire che mi sento meglio: spero che gli ultimi passi del mio recupero procedano ancora e che possa a breve ricongiungermi alla squadra. Al momento è difficile fare previsioni per un mio ritorno in campo, aspetto di capire a che punto siamo arrivati: dopo tutto è questo ciò che ogni calciatore vuole e quello che mi è più mancato negli ultimi due anni. Sto lavorando per riunirmi alla mia squadra e tutti sono stati di grande aiuto e supporto: dirigenti, allenatori, compagni e tutti quelli che lavorano per il club». 
Chi lo aspetta a braccia aperte è Rudi Garcia, che però non è ancora certo di aver salvato la sua panchina. In attesa c’è sempre Luciano Spalletti, che alcuni ieri hanno avvistato dalle parti di Trigoria. La società, però, ha smentito. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom