Rassegna Stampa

Dzeko si prende la Roma: "Sarà il mio campionato"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-07-2016 - Ore 07:47

|
Dzeko si prende la Roma:

LA GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Spalletti è stato chiaro appena sbarcato a Pinzolo: "Stavolta mi metto lì e guardo, se Edin ha la testa giusta per me è lui il centravanti titolare della Roma". Edin sarebbe Dzeko, l'uomo che solo un'estate fa aveva fatto volare la Roma verso sogni a tinte tricolori e che invece 12 mesi dopo si trova davanti a una montagna da scalare per recuperare posizioni. Ci sta provando, anche se è prematuro dire che ci sia riuscito. Di certo, in questi giorni in Trentino ha dato una scossa a tutto l'ambiente: ai compagni che lo vedono diverso, ai tifosi che non hanno mai smesso di incoraggiarlo e allo stesso Spalletti che si gusta un gol dopo l'altro, quelli che l'attaccante bosniaco sta segnando a raffica in questi giorni di ritiro. 

OBIETTIVO - Del resto, che lui sia in debito un pò con tutti lo sa da solo e magari lo è anche con se stesso. "So che posso fare molto meglio dell'anno scorso. E quest'anno ci riuscirò", la promessa lanciata a Pinzolo nel giorno della presentazione della squadra ai tifosi. Ieri l'attaccante bosniaco ci è tornato su: "Mi sento bene. Ringrazio i tifosi che sono sempre stati dalla mia parte. Posso migliorare e farà di tuto per riuscirci. Mi piace muovermi, non sono mai stato statico e poi in Italia quando sono in area ho sempre due difensori addosso. Per un centravanti il gol è tutto, dobbiamo segnare sempre, altrimenti arrivano le critiche e mentalmente è difficile". Ciò che gli è successo lo scorso anno, quando dopo aver fallito una serie di gol facili la testa lo ha abbandonato. E la Roma ne ha bisogno di gol, sopratutto per partire bene e superare subito il playoff di Champions League, dove al 90% affronterà una testa di serie (Manchester City, Villareal, Porto, Borussia Moenchengladbach e una quinta che potrebbe essere una tra Shakhtar, Ajax e Anderlecht, con il Borussia che ha un coefficiente peggiore di tutte e tre e può quindi anche uscire dalle teste di serie).

CHAMPIONS E DINTORNI - "Pensiamo a noi - ha detto intervenendo sul tema europeo Dzeko - dobbiamo farci trovare pronti. Il primo obbiettivo è qualificarci per i gironi di Champions, è più importante di tutto il resto. Certo, sarebbe meglio evitare il City...". Nel caso, bisognerà dribblare anche la difficoltà pià grande. "Ma noi abbiamo Perotti, lui va di sinistro e di destro. Mi sembra quasi Alberto Tomba". Nel caso, la Roma, potrebbe provare a chiamare anche lui. Chissà che non riesca a dare una mano.

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Pugliese

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom