Rassegna Stampa

Dzeko spinge il City: “Noi sotto pressione giochiamo meglio”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-12-2014 - Ore 08:34

|
Dzeko spinge il City: “Noi sotto pressione giochiamo meglio”

Il destino nei piedi di Edin Dzeko. Perduto il Kun, contro l’Everton il City ha almeno ritrovato il bosniaco, fermo da un mese per l’infortunio al polpaccio rimediato in nazionale.

Dzeko, lei torna in tempo per sfidare Totti.
«Che cosa si può dire ancora su Francesco? È un mio grande amico, uno dei grandi della storia del calcio. È meraviglioso il modo in cui gioca, le reti che continua a segnare. Mi auguro solo che non ci faccia gol pure stavolta».

Quanto temete questa Roma?
«È una big, con un ottimo collettivo. Per batterla ci serve una grande prova. Impossibile far calcoli o speculare sul pari. Se non segniamo siamo fuori…».

E il City senza Agüero quanto vale?
«Sergio è fondamentale per noi, basta guardare i numeri. Però David Silva ha recuperato. Quanto a me, non ero mai stato fuori così tanto, sono state settimane dure. Felice di essere qui, avrò bisogno di qualche gara per tornare al top, però guardo avanti, penso solo al mio mestiere, fare gol».

Sabato in Premier avete vinto con un rigore dubbio.
«Erano importanti i 3 punti, in qualsiasi modo. Ci aiutano a riacquistare fiducia, la cosa che più ci è mancata in avvio di stagione. In Champions abbiamo perso col Cska e battuto il Bayern: è difficile da spiegare, forse abbiamo bisogno di essere sotto pressione per esprimerci ».

La pressione non mancherà in questa gara: dentro o fuori.
«La Roma ha stadio e pubblico eccezionale. Troveremo un’atmosfera speciale, ma questo è il sale del calcio e queste sono le partite che ogni calciatore vorrebbe giocare. Ne ho vissute tante, direi che è la più importante ».

Fonte: LA REPUBBLICA - F. S. INTORCIA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom