Rassegna Stampa

E ora la priorità è il centrale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-01-2014 - Ore 08:53

|
E ora la priorità è il centrale

L’addio di Burdisso cambia le priorità della Roma: serve un centrale che possa prendere il posto dell’argentino. Sia numericamente sia perché Rudi Garcia ha, fino ad ora, dimostrato di non riporre particolare fiducia nei due giovani difensori giallorossi, Tin Jedvaj e Alessio Romagnoli (infortunato) che è stato "promesso" allo Spezia.

Una "promessa" rimandata fino a quando non si avranno certezze sui tempi dell’addio di Burdisso e su chi lo sostituirà. I nomi in ballo sono tanti anche se tutto fa pensare che la Roma possa puntare sul difensore in scadenza di contratto con l’Everton, Heitinga. Il connazionale di Strootman ha più volte ammesso di voler cambiare aria dato che con il club di Liverpool gioca di rado cosa che non gli permetterebbe di conquistare un posto nella selezione olandese per i Mondiali in Brasile.

La destinazione Roma, ovviamente, non la disdegnerebbe anche se togliere il posto a Benatia e Castan non sarebbe un’impresa semplice. Il centrale, però, non è l’unico ruolo in cui la Roma ha bisogno di rinforzi. L’infortunio di Balzaretti (pubalgia) non dà garanzie sui tempi di recupero e quindi, come suggerito da Garcia, Sabatini starebbe sondando il mercato alla ricerca di un esterno sinistro. In pole ci sarebbe Ghoulam del Saint Etienne per il quale la Roma, secondo L’Equipe, si sarebbe mossa ufficialmente chiedendo il giocatore in prestito con diritto di riscatto. Il club francese, però, lo vorrebbe cedere solo a titolo definitivo.

Oltre a parlare con il Torino di D’Ambrosio, sarebbero state chieste informazioni anche per Criscito dello Zenit San Pietroburgo che, però, chiede circa 15 milioni di euro (troppi), l’ex Inter, ora al New Castle, Santon («penso siano invenzioni giornalistiche», ha smentito l’agente del giocatore a laroma24.it) e Antonelli del Genoa che qualche settimana fa era stato promesso al Napoli che poi, però, si è tirato indietro. Dati anche i buoni rapporti tra Sabatini e Preziosi, qualora la Roma decidesse di muoversi con forza sul giocatore, non ci dovrebbero essere particolari problemi per trovare un accordo.

Società, quella rossoblù con cui si è tornati a parlare di Marquinho che, secondo alcuni rumors, dopo l’intransigenza iniziale, adesso starebbe iniziando a valutare il trasferimento in Liguria dove tral’altro potrebbe finire anche Burdisso. In uscita anche Borriello. L’attaccante napoletano piace molto all’Inter di Thohir che lo vorrebbe in prestito gratuito fino a gennaio anche se la Roma avrebbe trovato l’accordo con il West Ham, destinazione che però non sarebbe gradita al giocatore che vorrebbe rimanere in Italia. Paese in cui, per ora, non intende tornare il pupillo di Sabatini, Pastore: «La finestra di mercato di gennaio non mi riguarda. L’allenatore ed il presidente mi hanno detto di contare su di me, ed io mi sento molto bene al Paris Saint Germain - le sue parole -. Certo la situazione non è facile, ma solo perché è la prima volta che non gioco sempre. Ovviamente spero di giocare di più». L’argentino ha poi smentito la possibilità di un suo approdo alla Roma: «Con Walter Sabatini ho un buon rapporto ma questo non vuol dire che andrò alla Roma. Farò di tutto per giocare di più e trovare il mio posto in squadra».

Fonte: Il Romanista - Ferrari

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom