Rassegna Stampa

E per il nuovo stadio sale l’attesa per il sì

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-08-2015 - Ore 07:01

|
E per il nuovo stadio sale l’attesa per il sì

GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - «Se lo stadio della Roma non si farà, sarà solo perché l’imprenditore non è stato all’altezza della sfida di qualità che gli è stata proposta ». Giovanni Caudo, assessore all’Urbanistica del Comune, torna a parlare del nuovo stadio della Roma, l’impianto che James Pallotta, numero uno giallorosso, vuole costruire a Tor di Valle e lancia un messaggio chiaro: sono stati fatti passi avanti, ma tutto può ancora inevitabilmente cambiare . In realtà, le parole di Caudo sono meno dure di quanto possono sembrare, perché l’assessore è convinto della bontà del progetto presentato dal presidente romanista e da Parnasi (e su cui sia lui sia il sindaco Marino si giocano una buona fetta di credibilità) ma, finché non ci sarà l’ok definitivo anche della Regione, preferisce non sbilanciarsi. 
FIDUCIA «La procedura prevista dalla legge si conclude con l’approvazione del progetto da parte della conferenza dei servizi con delibera regionale. Fino a quel punto in ogni istante può decadere il pubblico interesse. Questo è bene precisarlo perché in questo momento non c’è nessun obbligo. La variante urbanistica si determinerà poi appena verrà approvato il progetto definitivo. Noi abbiamo fatto il lavoro con grande rigore — ha precisato — e abbiamo trasferito alla Regione il progetto con quello che, a nostro avviso, ancora manca. Se lo stadio si farà sarà un bene per la città, anche perché non verranno intaccati fondi pubblici, cosa che sta realmente a cuore a questa giunta». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom