Rassegna Stampa

Ecco la nonna-bagnina di De Rossi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-08-2014 - Ore 08:50

|
Ecco la nonna-bagnina di De Rossi

È la nonna di un campione, ma ogni sacrosanta mattina non manca un turno allo stabilimento balneare di Ostia dove lavora da anni. Lei è Teresa, quasi 80 anni, il suo nipotino d’oro, è un lidense doc del calibro di Daniele de Rossi, beniamino giallorosso e della Nazionale. Se la nonna di Iker Casillas, il portiere della nazionale spagnola, è diventata un mito in tutto il Paese durante la fase finale degli europei del 2008 (accese un cero a Sant’Antonio in tv e il risultato volse improvvisamente a favore degli iberici), quella di de Rossi non sfigura di certo.

L’ASSEDIO DEI TIFOSI –  Seppur più riservata e meno mediatica, nonna Teresa è un vera campionessa di professionalità. Non è partita neanche per la spedizione mondiale in Brasile: invece, di seguire le gesta del nipote a Mangaratiba e dintorni ha preferito restare a Ostia e continuare a lavorare nello stabilimento dove ogni estate è facile incontrarla in biglietteria all’ingresso. In questi giorni di amichevoli pre-campionato da Boston a Vienna, l’entusiasmo è alle stelle in casa Roma, in attesa dell’inizio della prossima stagione. E all’entrata dello stabilimento nei pressi della Rotonda, sono in tanti a voler sapere qualcosa in più: si spazia dalla Roma di Garcia alla nuova Nazionale. Un rincorsa continua alle tattiche del mister e alle novità di mercato dell’ultim’ora. Sperando in qualche “confidenza” di nonna Teresa che però tiene la bocca cucita… C’è anche chi azzardava un pronostico sul nome del prossimo ct azzurro, prima dell’immediata decisione del neo-presidente Tavecchio. Il sorriso di nonna Teresa è lo stesso per tutti e il suo saluto è sempre gentile.

OSPITI VIP – Tra i clienti, c’è anche chi prova a chiedere indiscrezioni sul nipote centrocampista, ma cordialità e riservatezza sono le note che contraddistinguono questa elegante signora, nonna del numero 16 azzurro e idolo della Roma. “Per ora ancora non si sbilancia – spiega il gestore dell’impianto balneare – nonna Teresa collabora con noi da anni. Ci dà una mano. I giocatori – continua il titolare – come i vip vengono qui spesso, ma a noi non è mai piaciuta la pubblicità della presenza spot. Ci sono calciatori che sono dei clienti fissi e che sono molto affezionati alla nostra struttura». È il caso proprio di Daniele de Rossi, nativo e residente di Ostia, che in riva al mare di Roma si gode, di tanto in tanto, i suoi momenti di relax. «È passato a salutarci – conclude il gestore dello stabilimento – poco prima della partenza per i Mondiali. Ci ha promesso che ce l’avrebbe messa tutta, come sempre. Solo che non è dipeso solo da lui».

E ORA GLI EUROPEI –  È stato un week-end di Ferragosto di calcio e lavoro per la signora Teresa. Del resto, si sa: Ostia è «meglio di Copacabana», frase fortunata che ha fatto il giro del web e che è stata pronunciata dal nipote Daniele prima della sconfitta contro il Costarica.Gli azzurri ai prossimi europei conteranno anche sul tifo di Nonna Teresa, che non sarà da meno. Potrà anche non scomodare i santi, basterà affidarsi ad un altro Antonio. Conte, ovviamente.

Fonte: Il Messaggero/M.Polisano

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom