Rassegna Stampa

Effetto derby Otto arresti e divieto di trasferta

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-04-2015 - Ore 07:15

|
Effetto derby Otto arresti e divieto di trasferta

Effetto derby Otto arresti e divieto di trasferta La Juventus potrebbe vincere il 31° scudetto questa sera. E festeggiare allo Stadium a ranghi completi. Ma se il titolo arrivasse invece nei prossimi giorni, la squadra di Allegri rischia di festeggiare senza parte dei tifosi. L’Osservatorio del Viminale, che si riunirà in giornata a Roma, vieterà le prossime trasferte ai tifosi bianconeri e granata, diretta conseguenza delle violenze nel derby. Settore ospiti deserto a Marassi, sabato contro la Samp. E possibile curva chiusa allo Stadium nei turni successivi. Sulla sponda granata vendita dei biglietti per Palermo-Torino riservata solo ai tifosi residenti in Sicilia (una sessantina i tagliandi venduti ai torinisti). Su richiesta dell’Osservatorio e della questura di Torino, Toro-Empoli è slittata di un giorno (da martedì 5 maggio alle 18.30 a mercoledì 6 maggio, ore 15), per evitare la concomitanza con Juventus-Real Madrid di Champions.

L’ATTESA La Figc, intanto, si costituirà parte civile (e sarà rappresentata in tribunale dall’avvocato Tito Lucrezio Milella, a cui ieri è stato conferito il mandato) per danno d’immagine contro i tifosi fermati per i disordini del derby. Il giudice sportivo non si è ancora espresso sull’eventuale chiusura della curva Sud dello Stadium (nel mirino le prossime due partite casalinghe Juve-Cagliari e Juve-Napoli, non ci sono stati i tempi tecnici per prendere una decisione prima della Fiorentina). In mancanza di responsabilità certe per l’episodio più grave (e che ha provocato 10 feriti), il lancio della bomba carta, ogni decisione sulle possibili punizioni a carico delle società è stata rinviata alle prossime ore. L’Osservatorio ha fatto pervenire alla Procura federale una nota in cui la Polizia avvisa che a breve l’indagine relativa alla bomba carta si chiuderà, ma al momento il procedimento coordinato dai pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo è in svolgimento. In Procura prosegue la visione dei filmati. L’ipotesi più accreditata (anche grazie ai video postati negli ultimi giorni sui social dai tifosi granata) è quella del lancio: dal settore ospiti juventino alla curva Primavera, se fosse confermata la Juve rischia la chiusura della curva Sud (per i prossimi due turni) e una multa salatissima. Super lavoro anche per la questura di Torino. 

IL BILANCIO Sale a 23 il numero di tifosi coinvolti nei disordini del derby: in totale sono 8 gli arresti, cinque effettuati nelle prime ore, tre nella giornata di ieri. Il primo per aver scavalcato la recinzione esterna dello stadio, un tifoso granata di 28 anni per aver lanciato un fumogeno verso il settore dei bianconeri e un altro torinista di 26 anni per resistenza a pubblico ufficiale e favoreggiamento; avrebbe aiutato un amico a fuggire dopo aver scavalcato la recinzione. Quindici i denunciati. Tra questi anche i due tifosi granata che hanno danneggiato il pullman della Juventus in via Filadelfia, entrambi individuati grazie all’analisi dei filmati a circuito chiuso del mezzo. Per 16 dei 23 tifosi è già operativo il Daspo, con pene inasprite per i recidivi (più di un ultrà era già stato oggetto di Daspo in passato) e possibile Daspo di gruppo per i granata responsabili dell’assalto al pullman juventino. Nessuna conseguenza per i 10 tifosi del Torino feriti nello scoppio della bomba carta, tutti dimessi nel giro di poche ore. Per i primi due, medicati alle Molinette, prognosi di cinque e sette giorni. Nessun problema per quello curato al Mauriziano per intossicazione da esalazioni di fumo, e i 5 in codice bianco al Cto. Qualche punto di sutura a coscia, spalle e viso, per gli ultimi due che sono rimasti qualche ora in osservazione al Cto.

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Mauro

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom