Rassegna Stampa

El Shaarawy, la Roma prende tempo Galliani apre: «Può tornare da noi»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-01-2016 - Ore 06:58

|
El Shaarawy, la Roma prende tempo Galliani apre: «Può tornare da noi»

GAZZETTA DELLO SPORT - LAUDISA - Inattesi ingorghi sulle fasce in casa rossonera. Mentre Luiz Adriano è in volo per la Cina (operazione conclusa ma la burocrazia è lenta), la giornata è vissuta sui nuovi dubbi attorno al futuro di Stephan El Shaarawy e Alessio Cerci. Nell’intermezzo anche la candidatura dell’esterno dell’Ajax El Ghazi, assieme all’ipotesi di un clamoroso ritorno di Marco Borriello: per entrambi va registrato un sostanziale nulla di fatto. In queste ore, Adriano Galliani ha altre priorità, visto che deve far fronte a due emergenze che condizionano non poco le sue strategie di gennaio. 
IL RITARDO La Roma si era impegnata a formalizzare entro ieri sera l’offerta per il prestito con diritto di riscatto a 12 milioni per il Faraone. Ma evidentemente, in questo momento, ci sono altri pensieri. Sarà importante capire a breve cos’ha in testa Spalletti per confermare o meno quel patto. Lo stesso El Shaarawy è sulle spine: non gli piace certo l’idea di cambiare di nuovo ambiente, con il rischio di restare ancora ai margini e veder svanire il sogno della convocazione per l’Europeo. Al suo entourage sono arrivati segnali dalla Fiorentina che, però, non ha ancora preso contatto con i vertici di via Aldo Rossi. Anche perché nell’intrigo rientrano sia Cerci sia il viola Giuseppe Rossi. In casa rossoblù sono preoccupati per le ritrosie del fondo, che ha investito nel cartellino di Cerci insieme all’Atletico Madrid. Tarda ad arrivare l’assenso per il prestito del mancino di Valmontone al club allenato da Gasperini, ecco perché Enrico Preziosi sta valutando l’opzione dell’attaccante italoamericano che ha voglia di riavere un posto da titolare. Se avvenisse questo sorprendente cambio di marcia, allora, il Faraone potrebbe davvero finire in Toscana, mentre Cerci rimarrebbe a Milano sino a giugno. Non è detto nulla, evidentemente. Eppure in queste ore di incertezza vale qualsiasi soluzione al giallo. 
PROSPETTIVE Tra le varie eventualità, la peggiore per il Milan è che si ritrovi in casa sia Cerci sia El Shaarawy, soprattutto se Rossi non trovasse una nuova sistemazione. E in questa prospettiva il Milan deve fare i conti con un affollamento sul fronte offensivo, considerando che Cerci è già la riserva di Honda e dopo l’ultimo incidente di percorso con il Bologna non può certo contare sull’appoggio dei tifosi. Invece il Faraone dovrebbe mettere nel conto di partire anche in questo caso nello scomodo ruolo di supplente: è dura sfilare il posto da titolare a Bonaventura. Galliani lo consola e ammette: «È possibile che torni da noi» [...]

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - LAUDISA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom