Rassegna Stampa

Esami per Pjanic oggi la verità Il caso De Rossi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-09-2015 - Ore 08:27

|
Esami per Pjanic oggi la verità Il caso De Rossi
LA REPUBBLICA - FERRAZZA - Lunghe file e qualche disagio, con i biglietti per Frosinone polverizzati in poche ore. La trasferta più vicina di sempre (un’ottantina di chilometri) ha mobilitato in massa i tifosi della Roma, galvanizzati dagli effetti della vittoria contro la Juventus, non certo svaniti con la sosta del campionato. Qualche problema logistico, visto che le file per assicurarsi almeno uno dei circa duemila tagliandi messi a disposizione dalla società ciociara, hanno cominciato a formarsi nella notte tra domenica e lunedì. Le ricevitorie incaricate della vendita hanno poi subito dei rallentamenti nella stampa del cartaceo, visto l’importante afflusso da gestire. Settore ospiti esaurito, quindi, e la richiesta di non partire se sprovvisti di biglietto, per una gara che crea allerta dal punto di vista dell’ordine pubblico.
Problemi per Garcia, visto che dagli impegni con la Bosnia, è tornato infortunato Pjanic. Disagi fisici prevedibili, visto che il giocatore aveva preso una botta alla gamba sinistra già nella prima sfida della sua nazionale, contro il Belgio di Nainggolan, e nella seconda partita di domenica sera, con Andorra, è stato costretto a uscire. Non la caviglia, bensì è il polpaccio questa volta a far male a Miralem, che resta in forte dubbio per la gara di sabato col Frosinone e anche per quella di mercoledì, in Champions, col Barcellona. In queste ore verranno effettuati gli accertamenti strumentali, sperando non si evidenzino lesioni, altrimenti lo stop sarebbe più lungo. Con i guai di Pjanic, in attesa di conoscere l’entità del problema, torna d’attualità in maniera prepotente la posizione di De Rossi. Il ragazzo, reduce da un rosso diretto per reazione con l’Italia, è molto arrabbiato, con se stesso e con le tante critiche che gli sono piovute addosso, convinto che si esageri e non ci sia serenità nei giudizi nei suoi confronti. Garcia chiederà a Daniele di lasciarsi alle spalle la nazionale per immergersi nella sua corsa giallorossa, che probabilmente proseguirà di nuovo in mezzo al campo, dopo la prova come centrale difensivo contro la Juve. Sempre che Rudiger dia garanzie per essere subito titolare. Da capire se Totti verrà utilizzato all’interno del turnover che il tecnico francese sta studiando per poter affrontare al meglio un vero e proprio tour de force, tra campionato e Champions, mentre è Digne, a Canal Plus, ad ammettere: «Voglio fare bene nella capitale anche in ottica Europeo: per essere convocati bisogna giocare spesso, anche se, al di là di questo, avevo bisogno di ritrovare il campo con continuità ».

Fonte: LA REPUBBLICA - FERRAZZA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom