Rassegna Stampa

Firenze è arrabbiata per il Mazzoleni-bis

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-04-2014 - Ore 08:03

|
Firenze è arrabbiata per il Mazzoleni-bis

Occhiatacce e spallucce. La designazione di Paolo Silvio Mazzoleni per la sfida di domani sera contro la Roma non è stata certo vista di buon occhio da parte della tifoseria viola. Che non ha dimenticato il Fiorentina-Roma dello scorso anno, diretta dallo stesso Mazzoleni. La società preferisce invece non entrare in alcun tipo di valutazione. Il nuovo corso prevede l’astenersi dal commentare qualsiasi tematica arbitrale. Nessuna voglia di rovinare un sereno tornato dopo un’annata travagliata. I pensieri sono altri. Il 4 maggio scorso accadde di tutto. La «Fiore», in cerca dello sprint vincente nella volata Champions, contro i giallorossi al Franchi aveva un solo obiettivo: vincere. Al 33’ della ripresa, con il punteggio inchiodato sullo 0-0, l’allora viola Ljajic mise in mezzo un pallone intercettato in area dal braccio di De Rossi. Mazzoleni non vide, o vide male, e finì nel modo peggiore per i colori gigliati. Niente rigore: ed Osvaldo, nel recupero, completò la beffa segnando il gol decisivo.

Reazioni La sconfitta lasciò un pesante strascico in casa Fiorentina. I muri del Franchi raccontano di una dirigenza imbufalita ed una squadra ancor più furiosa. Pizarro, ad esempio, confidò ai vertici societari in nottata di non aver più voglia di rimanere a giocare nel campionato italiano, visto quanto accaduto. Ljajic fu poi squalificato per due giornate «per aver rivolto all’arbitro un epiteto insultante». Diffida e ammenda di 10mila euro anche per Montella «per un’espressione ingiuriosa e apprezzamenti ironici» rivolti all’arbitro. Curiosità. Mazzoleni ha diretto anche Fiorentina- Roma del marzo 2011. Finì 2-2 tra la Viola di Mihajlovic e la Roma guidata da Montella. Gara storica, quella, per Francesco Totti: che raggiunse quota 200 (e 201) reti in Serie A.

Rebus attacco Niente da fare per Rossi e Gomez. Se ne riparlerà, semmai, con il Bologna. Probabile che accanto a Cuadrado torni Matri. Più sereno dopo il gol su rigore di Verona. «Vogliamo consolidare il quarto posto in classifica – ha detto il capitano viola Manuel Pasqual – . Possiamo far bene, anche se la Roma, senza il campionato incredibile della Juventus, avrebbe potuto vincere lo scudetto».

Fonte: Gasport (G. Sardelli)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom