Rassegna Stampa

«Firmo per vincere 3-2»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-11-2015 - Ore 07:08

|
«Firmo per vincere 3-2»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - L’occasione per seguire l’esempio del direttore generale Mauro Baldissoni e chiedere scusa ai tifosi per la prestazione di Barcellona, anche parecchi giorni dopo la partita, ce l’ha avuta nella conferenza stampa di vigilia del match di oggi pomeriggio con l’Atalanta (ore 15, all’Olimpico). 
Rudi Garcia però non l’ha colta - o non l’ha voluta cogliere - e ha preferito guardare avanti. «Siamo arrabbiati - si è limitato a dire -. Dopo Barcellona la squadra era sottoterra, ma io guardo solamente al futuro. Dobbiamo vincere contro l’Atalanta perché vogliamo dimostrare tante cose, poi vedremo i risultati che arrivano dagli altri campi. Sfruttiamo questa opportunità e non piangiamoci addosso, perché siamo dei combattenti: abbiamo personalità e, quando siamo con le spalle al muro, riusciamo a reagire. Prima della gara di Barcellona lo abbiamo sempre fatto. Non è vero che siamo scesi in campo già sconfitti, ma sapendo che la gara decisiva sarebbe stata la prossima e che era meglio non rimediare cartellini e infortuni. È possibile che la squadra non abbia trovato un incentivo maggiore a lottare». (Bate Borisov e Bayer Leverkusen, che avevano anticipato alle 18, avevano infatti pareggiato 1-1; ndr) [...]
L’obiezione che si è alzata da più parti, negli ultimi giorni, è che una squadra che subisce quanto la Roma - 31 gol in 18 partite, 16 in 5 gare di Champions - e che per ben 9 volte è passata in svantaggio, difficilmente a fine anno potrà vincere qualcosa di importante. L’analisi, però, non è condivisa dal tecnico francese: «Sul piano difensivo abbiamo dimostrato di saper reggere, quando tutti sono motivati nel dare una mano ai compagni. Possiamo anche vincere 3-2 tutte le partite, mi andrebbe bene: è normale, visto il nostro attacco, prendere dei rischi, ma è vero che dobbiamo trovare continuità nell’equilibrio. Con la qualità che abbiamo dobbiamo vincere anche quando andiamo in svantaggio. Non è vero che prepariamo male le partite. Solo a Borisov, nel primo tempo, abbiamo sbagliato l’approccio. Non serve a niente parlare del passato, pensiamo a prendere tre punti con l’Atalanta» [...]

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom