Rassegna Stampa

Francesco ai bimbi: «È l’ultima volta che mi vedete...»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-07-2016 - Ore 07:38

|
Francesco ai bimbi: «È l’ultima volta che mi vedete...»

LA GAZZETTA DELLO SPORT – PUGLIESE - Il tema era il rispetto, il fair play, gli avversari sul campo ma mai nella vita. Tema condiviso ieri da 400 bambini con alcuni calciatori della Roma. Totti, ma non solo lui. Perché sul palco del Paladolomiti c’erano anche Strootman, Iturbe, Manolas e Rüdiger. «Siamo d’esempio per questi bimbi, dobbiamo ricordarci che il rispetto viene prima di tutto», il loro pensiero nell’appuntamento di Roma Cares.

EMOZIONI - Poi, però, il rispetto ha lasciato spazio alle domande. Quasi tutte rivolte a Totti. «Forse nel mondo mi vogliono bene per quello che ho fatto in questi 25 anni e per il fatto di aver indossato una sola maglia. Quando mi sono commosso? Una volta, nel 2001....». Esattamente l’anno del terzo scudetto. Poi l’emozione di un bimbo «È la prima volta che ti vedo» e la risposta amara: «Mi sa anche l’ultima....», poi si accorcia l’età («Ho 24 anni...») a chi gli chiede conto dell’anagrafe e allo stesso bimbo che lo scorso anno gli aveva chiesto di conoscere Chanel, la figlia, ha risposto: «Stavolta te la farò conoscere. Ma da lontano...».

DERBY E SCUDETTO - Poi il campo. E il derby. «Più bello segnare alla Lazio o baciare Ilary?», gli chiede una bimba. «Come rispondo sbaglio, a casa non entro più. Sono due cose diverse, l’amore in campo e fuori. E segnare alla Lazio è sempre speciale: quello del “6 unica” è indimenticabile, ma il gol più bello è l’ultimo, quello del 2-2...». Quindi spazio agli altri, ad iniziare da Iturbe, a cui un bambino ha chiesto «perché sei tornato?». Il sudamericano ha glissato, per poi cedere: «Sono carico. E felice di essere qui». Rüdiger, invece, ha parlato di scudetto («Per vincerlo dovremo sudare»), mentre Strootman è tornato sul suo calvario: «È stato duro superare 3 interventi, mi ha aiutato una grande forza d’animo». Poi Manolas: «Daremo tutto per qualificarci in Champions». E la chiusura di Totti su Iturbe: «Ma quale avvocato, se non avesse fatto il calciatore avrebbe studiato tontologia». E giù applausi.

PRIMO TEST - Oggi la Roma giocherà la prima amichevole della stagione, affrontando alle 17 allo stadio Pineta la squadra locale, il Pinzolo (Prima Categoria), rinforzato da alcuni giocatori di categoria superiore. Spalletti dovrebbe partire con questo 4-3-3: Alisson; Torosidis, Manolas, Zukanovic, Mario Rui; Strootman, Paredes, Gerson; Salah, Dzeko, Perotti.

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Pugliese

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom