Rassegna Stampa

Galliani-Sabatini a Forte dei Marmi per Romagnoli

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-08-2015 - Ore 07:10

|
Galliani-Sabatini a Forte dei Marmi per Romagnoli

GAZZETTA DELLO SPORT - GOZZINI - Cielo sereno e venti deboli, come disteso e senza turbolenze dovrebbe essere l’incontro tra Galliani, a.d. rossonero, e Sabatini, d.s. romanista, previsto in giornata sulla spiaggia di Forte dei Marmi. Il meteo segnala temporali per lunedì, quando però Milan e Roma dovrebbero essersi già messe ai ripari: con Romagnoli Mihajlovic sistemerà la difesa tornata perforabile in Germania e la Roma avrà il contante per riempire le casse sguarnite. In questi giorni i contatti tra le parti sono stati continui anche se non si sono svolti alla luce del sole della Versilia: per telefono si è comunque costruito una base d’intesa intorno ai venticinque milioni di euro (la Roma punta ancora a ottenere qualcosa in più). 

ULTIMI DETTAGLI L’incontro di queste ore sotto l’ombrellone servirà per sistemare i dettagli, legati come sempre ai bonus e ad altri particolari burocratici. A metà settimana, quando tornerà il sereno un po’ dovunque, arriverà magari la certezza dell’affare. Galliani, già arrivato in Toscana, ieri (a parole) non si sbilanciava sulla buona riuscita dell’operazione ma (nei fatti) si portava avanti: l’a.d. rossonero, con l’ok di Berlusconi a chiudere la trattativa, riceveva infatti il manager di Romagnoli per perfezionare un accordo già intrecciato da tempo. In questo caso non ci sono mai state nubi all’orizzonte: Sinisa aveva indicato in Romagnoli il centrale mancino su cui puntare per blindare la difesa e Romagnoli vedeva nell’orizzonte rossonero la possibilità di ritrovare il vecchio maestro e insieme quella di ottenere un contratto (quinquennale) più ricco, eventualità che alla Roma non era proprio all’ordine del giorno. Così come non era scontata una maglia giallorossa da titolare, opzione più che probabile al Milan: per fargliela indossare Mihajlovic la sfilerà a Paletta (cessione in vista a Bologna o Atalanta) o ad Alex, o a Mexes. Di certo la indosserà Romagnoli, che potrebbe vestire i nuovi colori già al Trofeo Tim (mercoledì prossimo) o nel debutto in Coppa Italia (a Ferragosto). 

ASPETTANDO IBRA Se al caldo della Versilia si definirà il futuro di Romagnoli, il fronte Ibra sembra in questo momento un po’ più freddo: gelidi i messaggi inviati dal presidente del Psg Al-Khelaifi («Zlatan ha ancora un anno di contratto con noi e non si muoverà da qui») o dall’ex Thiago Silva («parlerò io con Galliani, Ibra deve rimanere!») e un fulmine a ciel sereno è stata anche la notizia del rinnovo con il Lione di Alexandre Lacazette, cioè del possibile erede di Ibrahimovic a Parigi. Ma con protagonisti del genere, Zlatan, Raiola e gli sceicchi, le variabili si moltiplicano e dopo le bufere (vere o presunte) sono sempre possibili rapide schiarite. 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - GOZZINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom