Rassegna Stampa

Garcia: "Ci credo, oggi e domani"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-04-2014 - Ore 08:02

|
Garcia:

Va dritto sulla verità, Rudi Garcia, che si parli del campionato in corso, della Champions che sarà o del suo futuro.

«Voglio rimanere alla Roma, ma voglio una squadra competitiva, capace di affrontare la Champions e contemporaneamente lottare per lo scudetto».

Così il tecnico francese nella lunga intervista a Sportmediaset in occasione dell’uscita della sua autobiografia.

«La mia volontà è chiara – ha continuato l’allenatore -, quello che penso l’ho già detto alla società. Non mi interessano le voci su Paris Saint-Germain o altre squadre. Non pongo condizioni particolari, dico però che l’anno prossimo giocheremo la Champions e dovremo essere pronti. Affronteremo un campionato che sarà ancor più difficile di quello di quest’anno: forse faremo meno punti ma magari vinceremo lo scudetto ma soprattutto, ribadisco, dobbiamo essere in grado di affrontare al meglio la Champions. Non la giocheremo per vincerla perché ora come ora non è possibile, non siamo programmati per questo, ma voglio almeno giocarmi da protagonista il girone e arrivare alla seconda fase».

D’altra parte, già nella sua prima stagione in Serie A Garcia ha dimostrato di non essere il tipo che si accontenta di partecipare e l’aver trasmesso questa mentalità anche ai suoi giocatori è stato fra i segreti della Roma di quest’anno. Per non fare i turisti in Champions, però, servirà un mercato all’altezza. Se ne parlerà presto, già dopo la partita di domani con il Milan, visto che in agenda c’è un incontro con Sabatini in cui allenatore e ds faranno il punto sulle strategie future:

«Di mercato dobbiamo ancora parlare – ha detto Garcia – . Questa è una settimana particolare, una settimana corta che ci porta in campo già venerdì (domani, ndr) contro il Milan. Per questo siamo concentrati solo sul campionato. Però chiaramente è un vantaggio esserci qualificati in Champions con tanto anticipo perché ci permette di lavorare di più e meglio».

Il campionato, però, non è finito e la rimonta sulla Juve resterà ancora possibile finché l’aritmetica non dirà il contrario. Garcia l’ha detto tante volte e lo ripete:

«Io credo ancora nello scudetto. Certo che ci credo. Tutto è ancora possibile e aperto. È chiaro che noi dobbiamo però vincerle tutte, incominciando da venerdì. Se vinciamo, poi possiamo aspettare lunedì per vedere cosa fa la Juve col Sassuolo, sperando che il Sassuolo faccia quello che deve fare perché gioca per la salvezza. Nelle ultime giornate – ha concluso Garcia – abbiamo visto giocare contro la Juve squadre che lottavano per la salvezza e che poi sul campo non hanno fatto niente, ma il Sassuolo è una buona squadra, è in un momento positivo, per cui… Certo, è vero che se la Juve vince con il Sassuolo il discorso sarà quasi chiuso, ma se non vince allora sarà tutto ancora aperto».

Fonte: il romanista (V. Meta)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom