Rassegna Stampa

Garcia «cinque minuti di inspiegabile blackout ma i tifosi dove sono?»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-11-2015 - Ore 07:13

|
Garcia «cinque minuti di inspiegabile blackout ma i tifosi dove sono?»

GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI - Apriti cielo, che a Roma è uscito il cinque. Cinque gol, cinque punti, quinta vittoria di Garcia in Champions, in quella ormai consueta lotteria che è diventata una sfida con il Bayer Leverkusen. Il successo più importante, perché avvicina il tecnico francese all’asticella mai superata: il passaggio del girone. Se poi sarà una vittoria di Pirro, lo dirà il tempo. Lo dirà a stretto giro di posta forse pure il campionato e il derby con la Lazio, perché Garcia ci arriva con una Roma da psicanalisi e incerottata: Florenzi, Maicon e De Rossi a forte rischio per domenica [...] «sì, per il momento qualcosa manca in quel reparto». In questo senso fanno sperare le parole da Monaco di Benatia: «Il mio cuore è a Roma» [...] invece che continuare a fare due metri in più per quello stesso compagno. Ma vedo il lato positivo: dopo il 2-2 tanti sarebbero crollati, invece noi abbiamo trovato forza e carattere per tornare in partita» [...] «Non ho spiegazioni, di sicuro il Bayer è entrato troppo facilmente in area - ancora Garcia - Il secondo gol, poi, lo abbiamo subito quando Florenzi era già infortunato. Sulle amnesie lavoreremo in allenamento, è più facile farlo dopo una vittoria» [...] «Spero che Florenzi si sia fermato in tempo - fa il tecnico - De Rossi ha nuovamente sentito dolore nello stesso punto (adduttore sinistro, ndr), dobbiamo aspettare per valutare. Per Maicon, invece, sono più pessimista. Non aveva giocato dall’inizio proprio perché a rischio, poi dopo il k.o. di Florenzi non potevo non farlo entrare in campo». E allora ora davvero si capirà se ha ragione Walter Sabatini: «In Italia non c’è una squadra più forte della Roma - ha spiegato il d.s. - Se sono preoccupato per il derby? Preoccupato no, terrorizzato sì. La Roma è amata, ma questo amore è silenzioso. Non solo la curva, sembra che tutto lo stadio abbia meno voglia». Una bacchettata, alla quale Garcia si accoda: «L’Olimpico deve diventare un inferno, abbiamo bisogno della gente - ha spiegato il tecnico - In Germania, sul 2-4 per noi, lo stadio ha spinto il Bayer al pareggio. Qui avremmo avuto bisogno di più calore». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom