Rassegna Stampa

Garcia: ''Gol colpa di Szczesny''. E lui: ''Il mio futuro è l'Arsenal''

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-11-2015 - Ore 17:21

|
Garcia: ''Gol colpa di Szczesny''. E lui: ''Il mio futuro è l'Arsenal''

REPUBBLICA.IT - PINCI - Il portiere nel mirino dopo il ko con l'Inter. Il tecnico lo indica come il colpevole numero uno: ''La sua qualità deve fare la differenza''. Il polacco in un'intervista ammette: ''Sogno di tornare in Inghilterra''. E l'esultanza per il gol dell'Atalanta alla Lazio accende il derby.

Il ko con l'Inter, il secondo in campionato, rischia d'innescare unanuova, inattesa polemica in casa Roma. Proprio a una settimana dal derby con la Lazio. Succede tutto nel dopo partita, tutto certificato dai microfoni delle tv. Garcia graffia Szczesny imputandogli la responsabilità del gol preso e dunque della sconfitta. Il portiere che in un'intervista registrata giovedì ma in onda domenica notte dopo il match ammette: "Sogno di tornare all'Arsenal".

GARCIA "CONTRO" SZCZESNY, E LUI: "RIVOGLIO L'ARSENAL" - Il sorpasso interista deve aver innervosito parecchio Rudi Garcia. Lui, che per anni ha fatto della difesa del gruppo la propria bandiera, cede alla tentazione di indicare il colpevole. Basta fare il nome di Wojciech Szczesny per sentirgli dire: "L'errore sul gol di Medel è suo, non era un tiro di Neeskens. Non ha avuto l'exploit sul gol preso: un portiere di questo livello ci deve permettere con la sua grande qualità di fare l'exploit". Insomma, non proprio tenero il tecnico. Nemmeno sapesse che giovedì davanti alle telecamere di Sky proprio il portiere polacco s'era messo a nudo, confessando di sperare nel ritorno in Inghilterra, a fine stagione: "Se un anno fa mi avessero detto che sarei andato a Roma avrei pensato che fosse impossibile. Mi vedevo all'Arsenal per tutta la mia vita e, non mi nascondo, è ancora quello il mio sogno. Per me è una famiglia, devo così tanto a quelle persone che se mi dovessero dare un'occasione giocherei per loro"

LA FOTO NELLO SPOGLIATOIO - In fondo anche Wenger salutandolo gli aveva confessato di aspettarlo e per questo ha imposto che la cessione alla Roma fosse in prestito secco, senza il diritto di riscatto. Non che oggi nella capitale Szczesny non si trovi bene, anzi: "Qui i tifosi sono sempre stati fantastici, non so cosa accadrà, nove mesi nel calcio sono lunghi, le cose possono cambiare di settimana in settimana. Farò di tutto per vincere
a Roma, darò il massimo perché la nostra sia una stagione fantastica". Intanto la sua esultanza al gol dell'Atalanta contro la Lazio, dopo aver conquistato i sostenitori giallorossi, ha incendiato il clima del derby: nello spogliatoio biancoceleste ha trovato spazio la sua foto con il pugno chiuso, come una sorta di input motivazionale. E pure Pioli ha ammesso: "Quel festeggiamento di Szczesny? Sappiamo tutto...". La stracittadina è già iniziata.

Fonte: REPUBBLICA.IT - PINCI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom