Rassegna Stampa

Garcia non molla “Contro il Milan obbligo vincere”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-01-2016 - Ore 07:27

|
Garcia non molla “Contro il Milan obbligo vincere”

REPUBBLICA - FERRAZZA - Tutto in un click. Questo cerca Garcia: l’accensione di un interruttore, la scintilla che possa rianimare la sua squadra improvvisamente, trasfor-mandola in una creatura vincente e continua. A cominciare da stasera, contro il Milan, gara che rischia di continuare a far traballare, e non poco, la sua panchina. «Ma io non ne parlo — spiega il tecnico — ho deciso di avere una comunicazione neutra, perché solo chi vince può aprirla, chi non lo fa deve stare zitto e lavorare. Dobbiamo ritrovare la vittoria, senza parlare di classifica fino a quando non riusciremo a collezionare una striscia una striscia di successi. E dovremo iniziare col Milan. Ora non c’è altro da fare o da dire». Continua quindi a trincerarsi dietro le solite banalità, pre e post gara, volutamente, Garcia, convinto comunque di poter uscire dal vicolo cieco in cui la sua Roma sembra essersi infilata. «Per le reti che prendiamo nei minuti finali non ci sono sempre le stesse cause — continua — una volta è colpa degli errori individuali, un’altra perché ci abbassiamo troppo, altra ancora perché compaiono i fantasmi di partite nelle quali è già accaduto e allora si pensa di andare a segnare una rete in più. Ma resto convinto che basterà un click, una gara che riusciremo a vincere soffrendo». Confermata la convocazione di Totti, al rientro dopo più di tre mesi, in uno stadio che, come consuetudine ormai vuole, non sarà per nulla pieno e accogliente. Pochi i biglietti venduti (circa 7mila), con la curva sud che porterà avanti la sua protesta anche nel 2016, e con gli altri settori piuttosto arrabbiati per l’andamento stagionale. «È un handicap per noi giocare in queste condizioni — ribadisce il mister francese — è triste giocare in uno stadiovuoto, ma da inizio stagione è così».

Totti partirà dalla panchina, pronto a entrare in corsa, mentre dovrebbe essere confermato Sadiq. Convocato anche Salah, ma anche l’egiziano sarà tra le riserve. A meno di sorprese. «Non ha riportato lesioni, quindi è disponibile — la soddisfazione di Garcia — De Rossi dovrebbe stare bene e Francesco non è al 100% ma rivederlo in gruppo, dopo tre mesi e mezzo, è un’ottima notizia». Aveva lasciato una Roma in difficoltà, ma diversa da quella implosa su se stessa, il capitano giallorosso, rimasto in silenzio in queste settimane per proteggere il gruppo e la società. Quello che doveva dire, l’ha detto a Pallotta, nel breve incontro dello scorso dicembre.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom