Rassegna Stampa

GARCIA: "Scudetto andato e il secondo posto non è sicuro"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-03-2014 - Ore 08:30

|
GARCIA:

Torna De Rossi, recupera Maicon, manca Benatia ma soprattutto «gioca Toloi». A poche ore dalla gara di stasera contro il Torino, Garcia ha fatto uno strappo alla regola e annunciato l’esordio del difensore brasiliano. Toloi giocherà al fianco del connazionale Castan contro la squadra che all’andata fermò la corsa-record della Roma di 10 vittorie consecutive. Una partita che Garcia ricorda bene: «Ci frenarono gli errori arbitrali come il fallo su Benatia in occasione del gol e il rigore non dato a Pjanic. Cose che succedono, sbagliano tutti. Quella partita ormai appartiene al passato». Il presente parla di una Roma a +6 sul Napoli e con una partita da recuperare. «Ma il 2˚ posto non è ancora al sicuro – avverte il francese – Non dobbiamo mollare e fare di tutto per rimanere secondi, perché questo è l’unico obiettivo che mi sembra ragionevole avere. Lo scudetto è andato. Cosa ci manca per raggiungere la Juve il prossimo anno? Lo valuteremo».

Magari proprio in questi giorni insieme a Pallotta al quale Garcia già ieri in maniera indiretta ha chiesto un bomber internazionale: «Tevez, Higuain o Suarez fanno la differenza. Gente come loro ha già vinto tanto e giocato in grandi squadre. A Destro bisogna lasciargli tempo, perché può migliorare molto ed è stato fermo a lungo. Le sue statistiche non sono male. Ha il gol nel sangue. Il mio rinnovo? Non ho appuntamenti in programma col presidente, ne parleremo a fine stagione». Uno che il tecnico sembra non voler più aspettare è Ljajic: «Ho preferito Florenzi o Bastos nelle ultime partite perché tornano più in difesa». Uno che riaccoglie a braccia aperte, invece, è De Rossi: «Daniele si è allenato bene, anche se dopo uno stop così lungo speriamo non abbia problemi di ritmo». Convocato Maicon che lamenta un fastidio al ginocchio: «Ha un po’ di dolore, nulla di grave. Speriamo possa giocare». Garcia è stato interpellato più volte anche sul Clasico giocato domenica sera al Bernabeu: «Una partita di alto livello, una bella pubblicità per il calcio in generale.. In Spagna ci sono 3 squadre in un punto, quando una squadra tre mesi dalla fine del campionato ha già vinto, è noioso. Speriamo che in futuro ci siano club con la potenza economica per comprare grandi giocatori». Più che una speranza un vero e proprio invito.

Fonte: Leggo - Balzani

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom