Rassegna Stampa

Garcia si affida a Totti contro l'incubo Juve e riconquista lo spogliatoio

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-03-2015 - Ore 09:16

|
Garcia si affida a Totti contro l'incubo Juve e riconquista lo spogliatoio

C’è chi fa risalire l’inizio dell’implosione romanista proprio a quel 5 ottobre, alla contestatissima partita di Torino. La sconfitta non meritata dei giallorossi, con le tantissime polemiche legate all’arbitraggio di Rocchi, hanno probabilmente cominciato a scavare un solco nelle convinzioni dei giocatori. E poi le parole di Totti: «Tanto anche quest’anno arriveremo secondi, è inutile, con le buone o con le cattive, vincono sempre». Una mazzata allo stato d’animo di uno spogliatoio che si è sentito defraudato e impotente proprio nella stagione in cui la rosa poteva considerarsi allo stesso livello di quella della Juventus.

Un girone dopo, nessuno se la sente di parlare più di scudetto, anche se la matematica a meno nove ancora non condanna del tutto i giallorossi. Per questo motivo è proprio Totti, il giocatore a cui Garcia continua ad aggrapparsi anche in questa fase, quello dal quale ripartire per provare a regalare almeno una soddisfazione ai tifosi che stasera si presenteranno all’Olimpico credendo in un miracolo calcistico. Garcia ha totalmente riconquistato la squadra dopo averla difesa con grande fermezza nel confronto consumatosi fuori Trigoria con un gruppo di tifosi la sera dopo il pareggio di Verona. Un po’ come successo quando arrivò, due estati fa, durante il ritiro estivo. Uno scudo forte, per i ragazzi, che hanno avuto la conferma di averlo non solamente dalla loro parte, ma ancora pronto a difenderli verbalmente e fisicamente da tutto e tutti. «Giocheremo per vincere», la carica del tecnico, che intende affidarsi ai giocatori con maggiore personalità. Vedi De Rossi e Keita, con Pjanic e Nainggolan a giocarsi una maglia.

Non convocato Doumbia. «Ha una lombalgia, dobbiamo rimetterlo al giusto livello, perché è da troppo tempo che non si allena normalmente. Florenzi sarà invece al 100% e Iturbe sta tornando bene, ma non ha un’intera gara sulle gambe, ma un’oretta e un quarto sì». La Roma deve riconquistare l’Olimpico, perché non riesce a vincere in casa da tre mesi, e ci proverà sotto gli occhi di Pallotta, che ieri insieme alla consigliera Mia Hamm ha visitato gli impianti dell’Acqua Acetosa, dove da questa stagione c’è la scuola calcio della Roma.

Fonte: La Repubbica

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom