Rassegna Stampa

Garcia si consola grazie al Verona: "La Juve non ci ha staccato"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-02-2014 - Ore 09:45

|
Garcia si consola grazie al Verona:

CORSERA (G. PIACENTINI) – Alla fine il bicchiere si può considerare mezzo pieno. Il rammarico per non aver vinto contro un avversario che ha cercato soprattutto di limitare i danni, è attenuato dal contemporaneo stop della Juventus a Verona. Un risultato arrivato in extremis, che ha fatto esultare i tifosi della Roma.«Quando guardiamo la classifica – l’analisi di Rudi Garcia a fine gara – questo pareggio può essere un risultato negativo, perciò abbiamo fatto di tutto per vincere. Dobbiamo però vedere anche il lato positivo, e cioè che non abbiamo perso punti rispetto al primo posto: il pareggio del Verona contro la Juventus ha ridato valore alla nostra vittoria su quel campo ».

La Roma è mancata clamorosamente sotto porta: questa la critica più netta che Garcia fa ai suoi giocatori. «Abbiamo fatto una partita seria ma per vincere bisogna essere migliori nell’ultimo passaggio, è quello che ci è mancato. Non bisogna solo attaccare ma anche essere più determinati davanti alla porta. Può capitare che la squadra padrona del gioco se non concretizza non vince la partita. Credo che l’occasione migliore ce l’abbia avuta Pjanic. Gervinho? Può migliorare come tutti gli altri giocatori. Ha giocato contro una squadra che ha difeso per tutta la partita, che non ha lasciato spazi. Bastos ha giocato con entusiasmo, è entrato piano piano nella partita ma poi ha fatto delle cose positive, ha saltato l’uomo, ha tentato delle giocate. Da lui mi aspetto questo, può fare tutta la fascia, è polivalente e aiuta la squadra».

Sulla polemica a distanza con Reja non torna indietro. “Quello che ho detto lo penso, non devo aggiungere niente”. Il tecnico francese è già proiettato sui prossimi impegni dei giallorossi sia in chiave campionato sia in vista della trasferta aNapoli di mercoledì che vale la finale di Coppa Italia. «Abbiamo ancora quattro punti di vantaggio e una partita in meno nei confronti del Napoli, anche se son dobbiamo commettere l’errore di leggere la classifica aggiungendo i tre punti col Parma, perché quella gara non l’abbiamo ancora giocata. Ora quello che conta è riposare per andare a Napoli a cercare la qualificazione, loro hanno avuto un giorno di riposo in più. Sarà importante cercare di ottenere la qualificazione: speriamo di segnare i gol che non abbiamo fatto con la Lazio»

Fonte: corriere della sera

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom