Rassegna Stampa

Garcia-Spalletti La corsa continua nel rebus Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-12-2015 - Ore 08:10

|
Garcia-Spalletti La corsa continua nel rebus Roma

GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI - L’ho visto a Trigoria. No, all’Eur. Macché, era al solito ristorante. Migliaia di Tom Ponzi crescono, con avvistamenti più o meno credibili di Luciano Spalletti. Uno che a Roma ha una casa, eh. E che sì, è vero, aspetta la chiamata decisiva per salire su quel treno in corsa che è la panchina giallorossa. Ma questa è una corsa che logora. È una battaglia di posizione, per ora vince chi si muove di meno. Occhio ai giochi di parole. Chi dovrebbe decidere, James Pallotta, ha già deciso: addio Garcia. E ha dato mandato di completare l’opera a chi a Trigoria decide davvero, il d.s. Walter Sabatini. Che però...non decide, l’opera non la completa, perché i possibili sostituti sono stati via via tutti eliminati dalla corsa: questo non va per un motivo, questo per l’altro, meglio restare così. Tutti fuori, tranne uno. Spalletti, appunto, l’unico che resta in corsa perché Pallotta avrebbe ricevuto da un uomo di fiducia una relazione talmente entusiasta del tecnico di Certaldo da restarne affascinato. 
Stallo E così, molto semplicemente, si spiega lo stallo della situazione Roma. Garcia è in vacanza a Parigi, i dirigenti restano in silenzio, perché qualsiasi parola potrebbe essere equivocata. E con un presidente che riflette, perché è evidente che forzare la mano su Sabatini vorrebbe dire di fatto sfiduciare il d.s. a poche ore dal mercato di gennaio, nel bel mezzo di una stagione, lasciando a piedi una squadra che vede in Sabatini un punto di riferimento tecnico. E questo Pallotta, dunque la Roma, non può permetterselo. Almeno non ora, poi a fine stagione i conti si faranno per tutti, ovvio. In questo quadro si innestano anche i discorsi a lunga scadenza. Che portano ad Antonio Conte, anche lui al centro di avvistamenti stile Tom Ponzi: c’è chi giura di averlo «pizzicato» la scorsa settimana in un hotel dei Parioli a pranzo con Sabatini. Smentite da Trigoria, tanto conferme non sarebbero comunque arrivate. Tanto con l’attuale c.t. azzurro un incontro c’è già stato, la scorsa estate. 
Mercato Eppure la Roma, strano a dirsi, è ancora in corsa. Il meno quattro dalla vetta, unito all’esigenza di raggiungere il piazzamento Champions, sta spingendo la Roma a muoversi sul mercato, seguendo una linea parallela. La casella di Iturbe andrà riempita con un altro esterno d’attacco: Sabatini ha puntato Perotti, il Genoa non ha chiuso la porta. Si muove qualcosa, anzi parecchio, anche in difesa: per la fascia occhi su Kolasinac, al centro torna di moda il nome di Juan Jesus, il suo agente è di casa a Trigoria e una visita l’avrebbe fatta anche nelle ultime ore. Detto che dal Brasile danno per fatto l’arrivo a luglio del portiere Alisson dall’Internacional per 5 milioni — ma in realtà l’affare non è chiuso e la Juve vigila attenta —, il rinforzo migliore sarà il rientro di Strootman: «Sto molto meglio, voglio tornare il prima possibile», ha detto l’olandese. Lo aspetta con ansia l’allenatore. Qualsiasi allenatore. 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom