Rassegna Stampa

Garcia, stop alla psicologia. Giocano i più in forma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-10-2014 - Ore 14:00

|
Garcia, stop alla psicologia. Giocano i più in forma

«Adesso bisogna riflettere sul fatto di mettere in campo la migliore squadra, con i calciatori più forti non solo sulla carta, ma anche i più in forma».
Dopo dieci partite tra campionato e Champions (più quelle con le nazionali), in cui il numero degli infortunati è arrivato in doppia cifra e con altre dodici gare da oggi fino a Natale, per Rudi Garcia è arrivato il momento di tirare le somme. Bisogna ripartire subito dopo la clamorosa sconfitta contro il Bayern Monaco.

In questa prima parte di stagione il turnover attuato dal tecnico francese è stato più psicologico che fisico: la necessità era quella di recuperare mentalmente alcuni giocatori – Destro e Ljajic in questo senso sono gli esempi più lampanti, ma anche su Cole è stato fatto un ragionamento simile – che altrimenti rischiavano di appassire in panchina e di essere persi alla causa romanista, che invece necessita di tutti gli effettivi della rosa.

Un altro è Iturbe, il cui recupero è stato forzato proprio perché l’avversario si chiamava Bayern: passata la partitissima, Garcia potrebbe concedergli un turno di riposo. L’attacco, d’altronde, è l’unico reparto in cui le alternative non sono mai mancate e proprio per questo un turno di riposo potrebbe toccare pure a Francesco Totti. Se poi potesse, per ragioni diverse, il tecnico francese fermerebbe tutti e tre i titolari del centrocampo: per De Rossi vale lo stesso discorso fatto per Iturbe, Nainggolan e Pjanic sono al primo e al secondo posto per minuti giocati in stagione. In attesa dei rientri di Keita (a Monaco il 5 novembre) e di Strootman (dopo la prossima sosta, il 22 novembre a Bergamo) anche a Genova saranno chiamati agli straordinari. A meno che Garcia non decida di lanciare Paredes titolare o di cambiare modulo: col 4-2-3-1 il sacrificato potrebbe essere il bosniaco, con Ljajic (o Totti) alle spalle di Destro e con Florenzi e Gervinho sugli esterni.

Fonte: corsera (G. Piacentini)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom