Rassegna Stampa

Garcia, una giornata surreale In campo aspettando l’esonero

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-01-2016 - Ore 08:01

|
Garcia, una giornata surreale In campo aspettando l’esonero

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Se Rudi Garcia è ancora, formalmente, l’allenatore della Roma è a causa del fuso orario, e della distanza aerea che c’è tra l’Italia e Miami. Una distanza che Luciano Spalletti ha percorso ieri per andare a conoscere James Pallotta; un incontro andato in scena nella notte italiana e che dovrebbe (il condizionale è sempre obbligatorio in situazioni del genere) aver prodotto la fumata bianca. Per questo motivo la Roma ha deciso di non dare ieri nessuna comunicazione ufficiale a Garcia, che si è trovato così a vivere una giornata surreale, la più improbabile da quando siede sulla panchina romanista. Il tecnico francese, reduce dalla partecipazione alla premiazione per il Pallone d’Oro, è arrivato ieri mattina presto da Zurigo e si diretto subito a Trigoria, dove è entrato intorno alle 9.35 e dove era prevista una doppia seduta d’allenamento. Che ha diretto regolarmente, non senza aver prima parlato alla squadra, illustrando a tutti i calciatori la propria situazione e facendo appello al senso di responsabilità e alla professionalità di tutti. 
Allenatore e giocatori, insomma, hanno preparato la gara di domenica con il Verona - Nainggolan, Manolas e Totti hanno svolto lavoro differenziato mentre Kevin Strootman è stato aggregato alla Primavera di Alberto De Rossi - come se in panchina dovesse andare Garcia. E se dentro Trigoria ci sono alcune persone pronte a sostenere che se a Miami dovesse saltare il tavolo delle trattative con Spalletti, in panchina domenica ci sarebbe ancora il francese, in verità sono tutti consapevoli che la realtà sarà diversa. Tra un allenamento e l’altro il tecnico ha parlato anche con Walter Sabatini, arrivato al centro sportivo intorno alle 11.30, che ha provato fino all’ultimo a tenerlo in sella ma che si è dovuto piegare alla volontà del presidente Pallotta. Il d.s. gli ha illustrato per filo e per segno la situazione, chiedendogli la disponibilità ad allenare la squadra anche oggi (è prevista una seduta pomeridiana), se nel frattempo non saranno arrivate telefonate dalla Florida. 
Salvo imprevisti o intoppi nelle trattative Spalletti dovrebbe dirigere il suo primo allenamento domani pomeriggio; se così fosse, la decisione dell’esonero sarà comunicata a Garcia stasera. Una decisione che però è già stata anticipata sui social network da Francesca Brienza, compagna dell’allenatore e giornalista di Roma Tv, la televisione ufficiale di Trigoria. «Io ho vissuto un altro mister che ha amato la sua Roma in ogni momento - le parole comparse in un post, poi rimosso, in risposta ad un tifoso su Facebook - e che non ha mai voluto prendere in giro nessuno perché è una persona eticamente corretta. Ma di questo e tanto altro ce ne ricorderemo meglio tra qualche tempo, ne sono certa. Siamo fatti così. Ora onore a chi verrà». 
Cioè Spalletti. Lo stesso che, è sempre il pensiero della Brienza espresso due sere fa nella trasmissione Tiki Taka (Italia 1), «adesso richiamiamo con tanta veemenza, ma che volevamo mandare via». 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom