Rassegna Stampa

Gervinho: "Dopo l'esonero di Garcia non potevo restare"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-03-2016 - Ore 10:22

|
Gervinho:

Gervinho ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al quotidiano L'Equipe"Non posso mentire, il contratto che mi hanno offerto è importantissimo" (8-10 milioni a stagione, ndr). L'ivoriano che era già stato venduto in estate per poi aver fatto saltare lui stesso la trattiva con richieste esose ha dichiarato poi che molto della sua decisione è stata dovuta dall'esonero di Garcia: "Ha fatto precipitare le cose. Sono rimasto sorpreso e deluso, secondo me non c'erano ragioni per cui non potesse finire la stagione. Malgrado tutto quello che si è detto, la squadra non stava poi così male. Era piazzata sufficientemente bene per poter ambire a qualunque traguardo. Rudi per me è più che un allenatore. È quello che si è battuto per farmi venire a Roma, sarei potuto restare dopo la sua partenza, il club voleva tenermi ma ho detto ai miei dirigenti che avevo bisogno di stare bene con la testa, che non era il caso di restare. Quando hanno messo fine al suo contratto è come se avessero messo elegantemente fine anche al mio. Non potevo più restare".

 

Fonte: L'EQUIPE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom