Rassegna Stampa

Gervinho, l'aereo e la donna misteriosa. Stavolta il dribbling non riesce

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-11-2014 - Ore 22:29

|
Gervinho, l'aereo e la donna misteriosa. Stavolta il dribbling non riesce

Secondo la stampa ivoriana, l'attaccante giallorosso, al ritorno la settimana scorsa dalla Costa d'Avorio, avrebbe preteso di far salire sul jet privato una sua presunta "fiamma": il pilota si rifiuta, licenziati i funzionari compiacenti

E' un'artista del dribbling, ma stavolta la "giocata" a Gervinho non sarebbe riuscita e in patria il caso che lo avrebbe visto protagonista ha fatto discutere e ora arriva anche in Italia. La fonte è il portale ivoriano Imatin. 

IL FATTO — Dopo il pari contro il Camerun che ha regalato la qualificazione alla Coppa d'Africa agli Elefanti, l'attaccante della Roma si è messo in viaggio per l'Italia su un jet privato. In base a quanto rivelato, Gervinho avrebbe voluto far salire sul l'aereo anche una donna che lo accompagnava, ma non registrata per il volo, chiedendo così a quattro funzionari dell'aeroporto di "chiudere un occhio". Primo dribbling riuscito, ma a fare muro difensivo sarebbe stato il pilota dell'aereo che si è rifiutato di far salire una persona non autorizzata a bordo. Risultato: ragazza rimasta in Costa d'Avorio, "caso" esploso e nei guai sono finiti i funzionari che secondo la stampa locale sono stati licenziati.

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom