Rassegna Stampa

Gervinho promosso, Keita a rischio eliminazione

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-01-2015 - Ore 08:14

|
Gervinho promosso, Keita a rischio eliminazione

 La Costa d’Avorio di Gervinho – squalifcato dopo la prima giornata e ora pronto al rientro – si è accreditata ai quarti di finale della coppa d’Africa. Viceversa il Mali di Seydou Keita e la Guinea ancora non conoscono il proprio destino: e vedremo il motivo. Eliminato di certo, invece, il Camerun. A dirimere la questione sarà così un sorteggio, fissato per stamattina in un albergo di Bata. Rudi Garcia può star sicuro, insomma: Gervinho rimarrà in Guinea Equatoriale almeno per altri tre giorni, dato che la sfida tra gli ivoriani e l’Algeria si giocherà domenica sera a Malabo. L’attaccante giallorosso, fra l’altro, ha scontato i due turni di squalifica rimediati nella gara con la Guinea e, quindi, sarà pure di nuovo a disposizione del ct Renard. Ieri sera agli Elefanti è bastato un bel gol di Gradel per piegare (1-0) i camerunensi e planare oltre l’ostacolo.

 

 

NESSUN PRECEDENTE - Molto diverso, si diceva, il quadro legato a Keita. Perché ieri il Mali e la Guinea non sono andati oltre l’1-1 nell’ultima giornata del gruppo: hanno segnato l’ex milanista Constant e Maiga; mentre Keita ha fallito un rigore, «centrando» perfettamente la traiettoria del tuffo di Yattara. Ricapitolando, il Mali e la Guinea hanno concluso la prima fase al secondo posto e in assoluta parità sotto tutti i parametri: punti, scontri diretti, differenza reti e gol segnati. Un camminare sincronizzato oltre ogni immaginazione. Per spezzare equilibri tanto resistenti, alla Confederazione africana deve essere sembrato giusto darsi una regola per così dire imparziale: se il campo non decide, sia il caso a decidere. Sorteggio, per l’appunto: non è mai accaduto. La Roma attende curiosa. Se la sorte volterà le spalle al Mali, i dirigenti di Trigoria contatteranno subito Keita per concordare i tempi e le modalità del ritorno in Italia. Largheggiando un poco sulle ore, si può ipotizzare che Keita rientrerebbe tra domani e sabato mattina. Non sarebbe comunque un trasferimento semplice sul piano logistico, va sottolineato. Del resto l’unico aeroporto internazionale della Guinea si trova a Malabo, sull’isola di Bioko: non è collegato direttamente con l’Italia ma offre destinazioni europee come Parigi, Madrid e Francoforte grazie ai voli dell’Air France, della Iberia e della Lufthansa. Le rotte durano circa sette ore e partono sempre la sera dall’Africa per arrivare in Europa la mattina successiva. A meno che Keita non spenda la carta del charter per essere a Roma ancor prima.

Fonte: IL MESSAGGERO (B. SACCA’)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom