Rassegna Stampa

Gervinho, una panchina verso la Costa d’Avorio

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-11-2013 - Ore 07:50

|
Gervinho, una panchina verso la Costa d’Avorio

Quando si è alzato dalla panchina ad inizio ripresa, il boato della Curva Sud ne ha accompagnato il riscaldamento. Sembrava essere arrivato finalmente il momento del ritorno in campo di Gervinho che a dispetto dei 23 giorni passati ai box per recuperare dalla lesione al retto femorale, dava l’idea di essere pronto ad entrare in campo. Alla fine, però, ha prevalso la cautela. L’ivoriano, seppur clinicamente guarito, non era pronto per giocare. A fine gara, è lo stesso Garcia ad ammetterlo: «Quando sai che sono infortunati Totti e Borriello, con Destro che ha bisogno di lavorare, ho deciso che era meglio non rischiare visto che il ragazzo non è al 100%. Ora ha una settimana per gestire il suo rientro con la Costa d’Avorio, spero sia una gestione intelligente».

Quale sarà, il fatto che la decisione spetterà esclusivamente alla nazionale ivoriana (che sabato 16 novembre si gioca contro il Senegal il pass per i mondiali) non lascia dormire sonni tranquilli a Trigoria: «Se Gervinho è al 100% addirittura è meglio che giochi – afferma tuttavia in contropiede il tecnico – vorrà dire che è tornato in forma anche per noi.Ma la prossima settimana dovrà esser seguito molto attentamente in allenamento ». Anche perché, la mala sorte continua ad accanirsi sul reparto offensivo. Ieri è stato il turno di Borriello a finire ko. Per il centravanti, trauma distorsivo alla caviglia sinistra che sarà valutata nelle prossime 24-48 ore. Nonostante il pareggio, Garcia ha deciso, complice anche la sosta per gli impegni delle nazionali, di concedere un giorno in più di riposo alla squadra. La ripresa è fissata per mercoledì.

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom