Rassegna Stampa

Giulini: “Solo la Roma era su Astori”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-07-2014 - Ore 08:09

|
Giulini: “Solo la Roma era su Astori”

Davide Astori è ufficialmente un calciatore della Roma. A comunicarlo nel tardo pomeriggio di ieri il Cagliari con un tweet sul profilo ufficiale del club sardo: «La società comunica di aver ceduto Davide Astori alla Roma (domani le visite) con la formula del prestito con diritto di riscatto». La conferma è arrivata poi dalla società giallorossa che ha fissato anche i costi dell’operazione in 7 milioni di euro (2+5). Per il calciatore accordo quinquennale di 1,5 milioni (più bonus) a stagione. Nell’affare, rientrerà nei prossimi giorni anche il cartellino di Matteo Ricci. Ancora da decidere la formula.

LA SPIEGAZIONE
Nel giro di poche ore termina la telenovela che ha visto nella notte di mercoledì un disperato tentativo da parte del d.s. Tare, piombato nel ritiro dei sardi a Sappada, di far tornare sui propri passi la dirigenza cagliaritana. Niente da fare. A spiegare quanto accaduto ci ha pensato il d.s. Marroccu, intrattenutosi ieri con una delegazione di tifosi della Lazio che inizialmente voleva parlare con il calciatore: «Sono stato sincero e serio con Tare, fino alle 17 di mercoledì avevo una trattativa aperta con la Lazio – ha spiegato nel breve colloquio riportato da Lazionews.eu – Dopo le 17 ho intavolato un’altra trattativa con la Roma. Lotito in questa vicenda ha fatto delle mosse che da dirigente qualche volta faccio anche io ma è ovvio che si corre qualche rischio. Questa volta è andata male e ha perso il calciatore». Astori (oggi le visite mediche) è atteso tra domenica e lunedì negli Usa. Nel post-gara contro il Liverpool, il sorriso di Garcia aveva già detto tutto: «Astori? Sapete che abbiamo bisogno di un difensore centrale in più, speriamo… Non c’è fretta ma se c’è un’opportunità interessante la prenderemo». Detto, fatto.

RETROSCENA
Oltre al blitz notturno di Tare, a nulla è valso anche l’ultimo assalto di Lotito in Lega con Giulini, presidente del Cagliari, che uscendo da via Rosellini a Milano ha spiegato: «Sono una persona seria, abituato a portare avanti una trattativa alla volta e non a chiamare altre squadre per ottenere un rilancio o innescare delle aste. Se avesse voluto la Lazio poteva chiudere mercoledì mattina. Le avevamo fatto uno sconto da otto a sette milioni. Ma loro, stando a quello che mi ha sempre detto Marroccu, non sono mai andati oltre i sei, dilazionati con la formula quattro più due. Lotito non accetta ragioni. Secondo lui, e questo mezz’ora fa, il ragazzo vuole solamente la Lazio… E qui mi fermo. La Roma è l’unica società che si è interessata in maniera concreta, oltre che rapida. E Davide voleva a tutti i costi giocare la Champions». Accontentato. Intanto Sabatini continua a lavorare sul mercato: nuovo sondaggio per Chiriches. Aspettando la risposta del Monaco per Ferreira Carrasco (presentata offerta ufficiale di 3,5 milioni) è prossima l’ufficialità dell’acquisto di Yedlin (che potrebbe ottenere a breve il passaporto lettone). Probabile, però, che il terzino rimanga ancora un anno ai Seattle. «Sono qui e voglio restarci a lungo». Ljajic giura fedeltà alla Roma. Anche se poi puntualizza: «Non ho mai detto di essere scontento (basta riascoltate le sue parole dopo Roma-Atalanta, ndc). Se ho parlato con Garcia? Sì, niente di concreto: mi ha garantito che ci sarà spazio per tutti. Ho parlato anche con Sabatini e lo farò di nuovo al ritorno in Italia. Ripeto: ho firmato per quattro anni e spero di restare». Probabile. Intanto ieri il suo agente Ramadani era in Germania. Schalke 04 e Borussia Dortmund restano alla finestra. Ufficializzata l’operazione Sanabria: costerà 4,9 milioni (2,4 al Sassuolo per il ‘parcheggio’ e 2,5 al Barcellona) più 7 di bonus.

Fonte: IL MESSAGGERO (S. CARINA)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom