Rassegna Stampa

Gli incompresi della Serie A? Al Mondiale fanno i fenomeni

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-07-2014 - Ore 08:22

|
Gli incompresi della Serie A? Al Mondiale fanno i fenomeni

Incompresi e scartati, dimenticati e svenduti, ignorati e mal gestiti. Ma protagonisti al Mondiale. Possiamo fare una squadra con tanto di panchina. Raccontare più storie di calciatori che in Italia non hanno avuto molta fortuna, in alcuni casi sono sembrati addirittura inadatti al nostro campionato che continuiamo a credere sia il più bello del mondo. Ieri abbiamo raccontato il portiere Romero, mal sopportato alla Sampdoria e oggi uno dei leader dell’Argentina che punta al titolo iridato. Ma, rimanendo sui portieri su tutti c’è Julio Cesar, mattatore nel Brasile col Cile. Dopo la retrocessione col Qpr, in Premier, ha fatto fatica a trovare una squadra. Nessuno se lo pigliava per 6 mesi. E’ finito a Toronto salvando il Mondiale a casa. E ora Scolari si affida a lui.

Difensori In difesa i casi più spinosi: Sokratis o Papasthopoulos, fate voi, da noi è stato bocciato. Dopo l’ottimo campionato al Genoa non ha fatto altrettanto al Milan. in Germania a Dortmund fa benissimo ed è un pilastro della Grecia. E che dire di un altro milanista? Zapata è stato giubilato da Seedorf. Il centrale, con Yepes, un altro che i rossoneri hanno fatto gentilmente andare all’Atalanta, forma la coppia centrale della super Colombia. Ma il caso più eclatante è Armero: a Udine se ne sono sbarazzati, dopo vari guai, soprattutto fuori dal campo. Approdato a Napoli, pare che Benitez non volesse più vedere Pablo, finito al West Ham. Ma Pablo è vivo e in Nazionale azzecca i cross e fa sfracelli. Ora è di nuovo dell’Udinese. Chissà.Una meteora l’esterno messicano Layun all’Atalanta: due sole partite. A centrocampo corsi e ricorsi romanisti. Gago è un punto fisso dell’Argentina, Bradley degli Stati Uniti. Soprattutto Fernando Gago, sposato con la tennista Gisela Dulko, è stato scartato dalla Roma che l’ha venduto al Valencia. Ora è al Boca Juniors. Bradley un po’ l’ha voluta lui, ma non era un idolo giallorosso. Anche il greco Karagounis, bandiera greca, all’Inter, non era apprezzato. Al Fulham sì. E Taider, che l’Inter cerca di piazzare, con l’Algeria è titolare.

Che Sneijder Così come è stato scartato Wesley Sneijder che all’Inter (che ha prestato al San Paolo pure Alvaro Pereyra, titolarissimo con l’Uruguay) non piaceva più e al Galatasaray è stato un lusso per Mancini. Con l’Olanda è al top. Come il compagno Huntelaar che al Milan non ha fatto furori. Oggi nella Svizzera rivedremo Seferovic. Corvino lo portò a Firenze. Dopo di lui nessuno ci ha creduto. E ora è in Spagna. Felice.

Fonte: Gazzetta dello Sport - VELLUZZI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom