Rassegna Stampa

Gol, scudetti e Coppe Roma-Inter: che storia!

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-03-2016 - Ore 07:05

|
Gol, scudetti e Coppe Roma-Inter: che storia!

GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - Considerando che la Roma è la squadra che nei 5 maggiori campionati europei ha mandato in gol più giocatori, 18, e considerando che spesso in passato le partite contro l’Inter sono state caratterizzate da gol, emozioni, sorpassi e controsorpassi, domani i 40mila dell’Olimpico dovrebbero divertirsi. D’altronde, limitandoci solo agli ultimi 5 precedenti a Roma, sono stati segnati 13 gol, più di 2,5 ogni 90’.

NUOVO CLASSICO La squadra di Spalletti e quella di Mancini si giocano un posto in Champions, che vale onore e milioni, dieci anni fa in palio c’erano coppe e scudetti, rivalità, giocatori che facevano avanti e indietro, polemiche sugli aiuti arbitrali, amicizie destinate a durare anche oltre i cambi di maglia. Roma-Inter, tra il 2005 e il 2010, cioè tra gli anni di Calciopoli e il Triplete nerazzurro, è stata la grande classica del calcio italiano, con le due squadre che, oltre a contendersi il campionato, si sono sfidate in 4 finali di Coppa Italia e altrettante di Supercoppa. Gli ultimi tre trofei della bacheca di Trigoria, tutti targati Spalletti, sono arrivati contro i nerazzurri nel 2007 e nel 2008, l’Inter di Mourinho è entrata nella storia vincendo, oltre alla Champions, anche la Serie A e la Coppa Italia nel 2010 proprio contro Totti e compagni. In totale, dal 2005, ci sono state 35 partite (tra Serie A, Coppa Italia e Supercoppa) e sono stati segnati 109 gol (rigori della Supercoppa 2008 esclusi), il che significa più di 3 ogni 90’. Nelle 20 sfide di campionato le reti sono state 64, 29 in 11 gare di Tim Cup, 16 nelle sfide di Supercoppa.

C OPPE E RIMPIANTI L’Inter, come ha ricordato Maicon, in quegli anni ha quasi sempre vinto, e per chi tifa giallorosso non è una novità, vista la finale di Coppa Uefa del 1991, uno dei rimpianti romanisti. Rimpianti è la parola chiave se si torna a 6 anni fa, anche allora a marzo e di sabato, non il 19 ma il 27 e la Roma di Ranieri battè l’Inter in una delle gare più emozionanti degli ultimi anni. Finì 2-1 con gol di De Rossi e Toni, il palo di Milito sembrava sancire la corsa giallorossa verso lo scudetto, che si arrestò, con tante lacrime, un mese dopo sulla Samp.

QUANTI EX Cassano è uno che ha vestito entrambe le maglie, ma come lui ci sono Collovati, Pizarro, Mancini, Chivu, Burdisso, Batistuta, Di Biagio, Peruzzi, Maicon, Panucci, Mihajlovic, Ljajic, Prohaska e una lista che potrebbe andare avanti all’infinito. Lista di cui avrebbero potuto far parte due campioni d’Italia come Falcao e Candela, ma Viola prima e Sensi poi bloccarono il trasferimento. Perché è vero che tra Roma e Inter ci sono sempre stati scambi ed emozioni, ma ci sono storie destinate ad essere soltanto a senso unico.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom