Rassegna Stampa

Grande capitano, quei 20 minuti sono la sua incredibile eternità

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-11-2014 - Ore 09:59

|
Grande capitano, quei 20 minuti sono la sua incredibile eternità

Come si fa a non voler bene a un ragazzo di 38 anni che ha fama mondiale, soldi, famiglia felice, che, insomma, per molti ha «tutto» eppure s’arrabbia per 20 minuti di una partita che è un granello di sabbia nella sua meravigliosa carriera? Come si fa a non voler bene a Francesco Totti che s’arrabbia come un ragazzino in parrocchia perché vuole restare fino in fondo per fare gol?

 

E come si fa a dargli torto quando Rudi Garcia prova a cavarsela con un sorriso fanco- spagnolo e lui tira dritto e forse gli tira dietro qualche parola rugantina? Che cosa sono una manciata di minuti per un ragazzo che vuole dimenticare il tempo? Garcia è stato bravo a raccontare (dopo) che il suo «miglior giocatore» va trattato come un cristallo pregiato. E forse avrà capito che a volte i minuti non vanno contati con cronometro, ma col cuore. 

Fonte: leggo (F. Maccheroni)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom