Rassegna Stampa

«Ho mentito sulla prova tv»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-09-2016 - Ore 07:10

|
«Ho mentito sulla prova tv»

IL TEMPO - VITELLI - Il silenzio sulla Premier League, dovuto alla sosta per le Nazionali, è stato squarciato dalla dichiarazione shock dell'ex-arbitro Mark Halsey.

Direttore di gara nella massima serie inglese dal 1999 al 2013, Halsey lancia ora un'accusa forte all'organo arbitrale: «Mi costrinsero a mentire per poter squalificare un calciatore ricorrendo alla prova tv». In Premier League infatti, come nella nostra Serie A, il ricorso alle immagini televisive può esserci solamente se l'arbitro dichiara di non aver visto l'episodio incriminato. Ma quel giorno Halsey aveva visto tutto. Però negò, seguendo le istruzioni dei suoi superiori. Era il 26 novembre 2011, stava dirigendo Stoke City-Blackburn quando Steven N'Zonzi, centrocampista dei Rovers, colpì con una gomitata al volto Ryan Shawcross. «La vidi benissimo e la valutai degna solo di un rimprovero - dichiara oggi - a fine match gli osservatori mi fecero i complimenti per la mia prestazione, ma il lunedì tutto cambiò. Mi telefonarono dalla FA. Mike Riley, il mio capo, voleva che negassi di aver visto la gomitata. Ero furioso, ma cedetti e N'Zonzi si prese tre giornate di squalifica».

Il PGMOL (Professional Game Match Officials Limited), nato nel 2001 per formare e supervisionare la classe arbitrale designata per la Premier, la Championship e le competizioni della FA, rigetta l'accusa con un comunicato ufficiale: «Gli arbitri compilano personalmente i report post-match includendo la loro opinione sugli episodi-chiave e li inviano direttamente alla FA. Non esistono pressioni esterne». Chi mente?

Fonte: IL TEMPO-VITELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom